Isola ecologica di Fratte, sicurezza dei lavoratori a rischio: la denuncia di Csa Fiadel

angelo-rispoli-csa-salerno

Il sindacalista Angelo Rispoli: “Problemi segnalati da tempo, ma nessuno fa nulla. Ultimatum di 10 giorni per ridare dignità alla struttura, poi faremo tutto quello che la legge ci consente di fare”

SALERNO. Sicurezza dei lavoratori a rischio nell’isola ecologica di Fratte, a Salerno. A denunciare la vicenda è Angelo Rispoli, segretario generale della Csa Fiadel provinciale, che si è fatto portavoce del problema sollevato dal delegato sindacale della struttura, Gaetano De Chiara.

La denuncia Csa Fiadel

“Nonostante le segnalazioni fatte in passato, a tutt’oggi i disagi segnalati non hanno trovato riscontro e per la loro gravità determinano, non solo insalubrità del luogo di lavoro ma, addirittura pongono a repentaglio l’incolumità fisica degli addetti”, ha affermato Rispoli.

“Non è possibile lavorare in luogo dove il cancello di ingresso è fatiscente e presenta in modo costante la fuoriuscita dai cardini, l’impianto elettrico è malfunzionante in più punti, l’impermeabilizzazione dei luoghi di lavoro è carente tanto che le infiltrazioni diventano addirittura pioggia cascante all’interno di alcuni locali che ospitano computer, quadri elettrici e lavoratori. Non parliamo poi della pavimentazione, degradata ed irregolare, e degli infissi deteriorati. Ecco perché – conclude Rispoli – come sindacato, chiediamo di conoscere il responsabile designato per porre rimedio a questi inconvenienti. Per farlo abbiamo inviato una nota alla direzione del Consorzio di Bacino Salerno 2. Se entro dieci giorni non avremo risposte faremo tutto quello che la legge ci consente di fare”.

TAG