Senza categoria

Salerno, lo scandalo Tar finisce sulle reti nazionali

SALERNO. Lo scandalo che ha coinvolto il Tar di Salerno, circa le schede telefoniche cedute a parenti di dipendenti, approda sulle reti televisive nazionali.

Il programma di Rai3, “Report”ha, infatti, puntato i riflettori sulla vicenda che ha coinvolto il Tar di Salerno. Il direttore generale avrebbe concesso ai dipendenti e all’usciere la possibilità di avere come benefit una o più schede telefoniche. Il risultato è stato di circa mille acquisti per 25 dipendenti che, a loro volta, le avrebbero donate ai parenti.

“Contro il caro bolletta e il rischio intercettazioni c’è chi ha trovato una soluzione. Nel 2006 al Tar di Salerno hanno deciso di far avere una scheda telefonica aziendale a ciascuno dei propri dipendenti, ma qualcuno si è lasciato prendere la mano. Nel tribunale, infatti, lavorano una ventina di persone, le sim attivate, invece, sono arrivate a più di mille. Come sia stato possibile, se lo sono chiesti anche alcuni investigatori, quando, nel corso di indagini sulla camorra, hanno intercettato alcune delle schede intestate al Tar. E non si è trattato solo di qualche breve telefonata. Al Tribunale amministrativo di Salerno lo scorso anno è arrivata una bolletta da centinaia di migliaia di euro”, ha scritto sulla sua pagina Facebook il noto programma televisivo.

Leggi anche: http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/telefonate-private-pagate-con-soldi-pubblici-scandalo-al-tar/

Articoli correlati

Back to top button