Cronaca

Luci d’Artista, a Salerno controlli speciali dei carabinieri con l’elicottero

Salerno, per Luci d'Artista controlli con l'elicottero. Previsti anche posti di blocco al fine di prevenire ed evitare reati predatori

Controlli anche con l’elicottero per Luci d’Artista. I carabinieri del comando provinciale di Salerno, infatti, hanno intensificato i servizi di controllo e prevenzione in città per l’evento natalizio iniziato la scorsa settimana.

Salerno, per Luci d’Artista controlli con l’elicottero

Oltre alla presenza delle pattuglie in strada, anche appiedate, ad Pontecagnano Faiano si è alzato in volo l’elicottero dell’Arma dei carabinieri al fine di rafforzare i controlli. Previsti anche posti di blocco al fine di prevenire ed evitare reati predatori e garantire la sicurezza dei turisti e dei visitatori.

Luci d’Artista, le polemiche dei residenti

Tornano le Luci d’Artista e – di conseguenza – le polemiche da parte dei residenti. Polemiche scoppiate già nel pomeriggio di domenica 4 dicembre, al culmine del primo weekend della kermesse natalizia, tornata dopo due anni di stop a causa del Covid.

Diverse, infatti, le discussioni avvenute tra gli addetti alla security e i residenti. “Non potete passare, dovete andare in quella direzione” si sono sentiti dire alcuni residenti del centro storico che volevano rientrare presso le proprie abitazioni come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino. In particolar modo, le polemiche sono nate quando un anziano che passeggiava con la moglie era a pochi passi da casa, ma secondo le regole avrebbe dovuto fare un giro più lungo perché stava procedendo controsenso. 

La rabbia

Una donna ha spiegato: “Il problema è che fra qualche giorno il caos non ci sarà solo nei week end ma anche durante la settimana: più ci avviciniamo al cuore delle feste e peggio sarà. Eppure noi dobbiamo rientrare a casa, spesso andiamo a fare la spesa e restiamo bloccati con le buste in mano, costretti magari a fare un giro enorme per attraversare un piccolo tratto della strada”

Anche dai social arrivano le polemiche, pure in merito alla questione parcheggi: “Sono dovuto andare in centro volevo parcheggiare nel nuovo fantasmagorico ed europeissimo parcheggio sotto il Crescent, ho trovato la strada di fianco al Teatro Verdi sbarrata, per cui per raggiungere il parcheggio ho dovuto girare intorno a piazza Alario e tornare indietro”.

Articoli correlati

Back to top button