Salerno, Luci d’Artista: iniziato l’allestimento

Luci d'Artista, Luci, finanziamento, studenti

Ebbene sì, la scena si è riproposta. Da un lato, squadre di operai a lavoro per addobbare la città di luci natalizie;

SALERNO. Ebbene sì, la scena si è riproposta. Da un lato, squadre di operai a lavoro per addobbare la città di luci natalizie; dall’altro, qualche coraggioso che approfitta del sole per tuffarsi in mare. Lo spettacolo, però, lo si deve solo a un ottobre che non vuol cedere il passo all’autunno. Perché, a dispetto del cielo terso e delle temperature miti, le operazioni di montaggio di Luci d’Artista sono partite assai in ritardo.

Come racconta il quotidiano Il Mattino, con la conseguente incertezza sulla data dello start ufficiale. Sempre che, manco a dirlo, il Tar non sospenda l’esecuzione del provvedimento impugnato dalla Blachere Illumination.

Dal canto suo, palazzo di città le sta tentando tutte pur di non far slittare l’avvio dell’evento. Non è un caso che gli operai abbiano iniziato a posizionare gli addobbi dalla villa comunale, palcoscenico da ormai undici anni del «fiat lux». E, lungi dal mostrare incertezze o ripensamenti, il primo cittadino rivendica la decisione assunta dalla giunta: «Sono iniziate oggi (ieri, n.d.a.) le operazioni di installazione delle Luci d’artista», ha scritto ieri mattina sulla sua pagina Facebook.

Enzo Napoli ha pure in parte illustrato il programma delle azioni di montaggio: «Si parte dalla zona centrale, nello specifico da via Roma e dalla Villa Comunale, e si proseguirà su tutto il territorio cittadino». Com’era prevedibile, le squadre di operai concentreranno le loro forze nel centro cittadino, meta privilegiata di visitatori e turisti.

Solo successivamente si passerà ad addobbare la zona orientale e le zone periferiche. Un evidente tentativo di salvare il salvabile e provare a mantenere la data che il sito porta ancora in bella vista: 3 novembre, ore 18. «Abbiamo preso una decisione importante per salvaguardare il turismo e il commercio di una città riconosciuta a livello internazionale anche grazie alle Luci», continua Napoli.

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG