Salerno, maturità ai tempi del coronavirus: è boom di centisti

esame-maturita-15062020_0

Salerno, maturità ai tempi del coronavirus. Dopo appena sei giorni, ecco i primi diplomati nell'era del Covid. Prima raffica di centisti

Salerno, maturità ai tempi del coronavirus. Dopo appena sei giorni, ecco i primi diplomati nell’era del Covid. Prima raffica di centisti nei licei e negli istituti del capoluogo, dove sono 3mila i candidati che stanno sostenendo gli esami di maturità, da quest’anno unicamente in forma orale a causa della emergenza epidemiologica.

Maturità, è boom di centisti a Salerno

Il trend dei centisti e dei locati è in forte aumento rispetto all’anno scorso, e sono in aumento anche i voti alti al di sopra dei 95.  Si registrano già 72 centisti. Stando a quanto si apprende dai dati parziali forniti dalle segreterie e dalle presidenze, in sei giorni di lavoro delle commissioni è stato esaminato già il 25% dei candidati, quindi circa 750 candidati nel capoluogo. Quest’anno ai presidi è vietato affiggere i tabelloni con i risultati degli esami: il divieto si applica per rispettare le regole anti Covid e gli assembramenti davanti alle scuole.

I risultati finali sono comunicati ai candidati in via privata tramite registro elettronico. È questa un’altra novità dell’esame di maturità 2020. Dopo la cancellazione delle prove scritte e dopo il divieto di baci e abbracci con i compagni e i professori, per gli studenti e le famiglie scatta anche lo stop alla visione in pubblico dei quadri con gli esiti degli esami. Comunque dopo appena sei giorni di lavori di commissione, la percentuale dei maturati con 100 sfiora il 9%, mentre l’anno scorso era stata dell’8,2% nel capoluogo. La scuola che ha esaminato il maggior numero di candidati è il liceo scientifico Severi, dove su 9 classi quinte ne sono state esaminate 5.

TAG