Cronaca

Salerno, movida imprigiona i residenti: «Non possiamo tornare a casa»

SALERNO. Hanno passato un week end di passione i residenti del centro storico di Salerno impossibilitati a fare ritorno a casa a causa della presenza di tavolini, di pub e birrerie installati dinanzi ai portoni dei palazzi.

Automobili autorizzate così a transitare nella Ztl obbligate a fare la gimkana tra sedie posizionate in mezzo ai vicoli.

Movida imprigiona i residenti: i disagi

Una situazione cui sono stati costretti a fare i conti col mancato rispetto delle metrature di occupazione di suolo pubblico da parte di alcuni locali della movida.

Da Largo Campo a via Da Procida si alza il grido di protesta dei cittadini che nella notte tra sabato e domenica hanno dovuto fronteggiare una invasione senza precedenti di sedie e tavolini «selvaggi» posizionati lungo le strade storiche del quartiere.

Alcuni residenti, esasperati, sono stati tentati di scendere in strada per andare protestare contro i gestori maleducati. Poi il buonsenso ha frenato i bollenti spiriti.

La mappa dei disagi

«Un altro fine settimana così e chiamiamo la polizia», dicono i salernitani del centro storico con i nervi a pezzi.

L’allarme tavolino selvaggio, secondo quanto riporta Il Mattino, esplode dirompente proprio con l’avvicinarsi della della bella stagione.

Sabato notte, infatti, Largo Campo era invasa da tavoli di un pub con sedie che occupavano l’area antistante Palazzo Genovese.

Tavolini e sedie sui marciapiedi, ovunque, anche nei pressi di altri locali.

Difficile transitare senza trovare ostacoli a Largo Campo. Nel cuore del by night, poco dopo l’una di notte tra sabato e domenica, alcuni residenti hanno pensato di affrontare i gestori per chiedere di spostare sedie e tavolini che impedivano alle famiglie di fare ritorno a casa

Articoli correlati

Back to top button