Cronaca

Salerno, omicidio delle Fornelle: 20 anni al giovane che ammazzò il suocero

SALERNO. Omicidio delle Fornelle, Luca Gentile resterà in carcere per vent’anni. È quanto ha disposto il gup Stefano Berni Canani al termine dell’udienza per il rito abbreviato scelto dai legali del giovane accusato dell’omicidio del suocero Eugenio Tura De Marco, avvenuto a febbraio del 2016, perché reo confesso del delitto.

Come racconta il quotidiano Il Mattino, gli avvocati Luigi Gassani ed Enrico Lizza avevano chiesto per il ragazzo, in carcere da diciannove mesi, dalla sera della scoperta del cadavere in pratica, il riconoscimento della legittima difesa nella considerazione di quella che potrebbe essere stata una sua reazione violenta dopo l’ennesimo tentativo di approccio sessuale subito dal carrozziere sessantenne.

Una tesi, questa, smontata nella sua replica dal pm Elena Guarino la quale ha mostrato le foto prodotte dalla sezione scientifica dell’Arma della scena del delitto per dimostrare che non si tratta di legittima difesa. In particolare il pubblico ministero ha posto l’attenzione sulla sigaretta e poggiata nel posacenere sul tavolo che era perfettamente intatta, consumata (perché probabilmente lasciata accesa) ma intatta.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button