Cronaca

Salerno: parcheggiatori abusivi infestano la città

SALERNO. Un fenomeno sempre più dilagante nella città è quello dei parcheggiatori abusivi, attualmente non c’è solo un semplice parcheggiatore che ti chiede qualcosa promettendoti di tenerti d’occhio l’auto, oramai esistono delle vere e proprie squadre organizzate con dei tariffari. Appare quasi impossibile avere una mappa territoriale legata a questa piaga e questo perché ogni angolo di strada è caratterizzato dalla presenza di un tali soggetti.

I parcheggiatori abusivi sono davvero ovunque e non hanno alcun ritegno, nelle aree gestite dal personale di Salerno Mobilità, nelle zone della Provincia e del Comune, persino la Questura non è rimasta illesa. I sedicenti lavoratori operano indisturbati e consapevoli che, seppur allontanati, possono ritornare una volta che si son calmate le acque.

Un’altra zona molto ricca di abusivi è quella dello stadio Arechi, lì le varie stradine sono davvero assediate e il personale di Salerno Mobilità è talmente abituato che riesce tranquillamente a convivere con questa enorme infestazione. Nell’area comunale è peggio che andar di notte, in qualunque altra zona limitrofa, parcheggiare significa mettere in conto una spesa di almeno 2 euro e ciò avviene perché oramai non esiste più alcuna forma di ritegno.

Davanti allo stadio Vestuti o quella del mercato di via Piave, il sabato e la domenica la tariffa è 5 euro tutta la notte, invece, se si arriva a mezzanotte, l’automobilista paga solo 2 euro. Eppure l’astuzia di questi loschi individui si spinge ben oltre, molti di loro hanno tanto di giubbotto catarifrangente e sono pronti a porgere al cliente un biglietto dietro ad ogni pagamento.

In alcune zone (una su tutte quella del comune) gli automobilisti son obbligati a pagare i soldi del parcheggio comunale e nonostante ciò i parcheggiatori abusivi, presenti sul posto, non lasciano sconti a nessuno. Come denunciato da alcuni dipendenti di Salerno Mobilità, i parcheggiatori abusivi sono una vera e propria condanna per coloro che, costretti a mettere la macchina in una zona a pagamento, non possono fare a meno di pagare un doppio dazio, tutto ai danni della borsa.

Inutile tentare di allontanarli o sperare di non pagarli, essi si frappongono tra il cliente e lo sportello, ostruendo letteralmente il passaggio, come è accaduto qualche sera fa ad un signore nel parcheggio di via Carrella. Così, nelle zone di Fratte, presso la clinica Tortorella, la piaga è indomabile, persino i vigili non riescono a debellare questa minaccia.

Fonte: La Città

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Back to top button