Cronaca

Svolta storica per Porta Ovest, al via l’abbattimento del diaframma della galleria Cernicchiara 

Salerno, da lunedì svolta storica per Porta Ovest. Si procede ad abbattere diaframma della carreggiata nord della galleria Cernicchiara

Il cantiere di Porta Ovest a Salerno si prepara ad effettuare uno dei passaggi simbolici e tradizionalmente sentiti dalle maestranze che operano nell’esecuzione delle doppie gallerie, l’intervento voluto dall’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centrale per creare una viabilità alternativa al traffico per e dal Porto commerciale di Salerno verso gli snodi autostradali.

Salerno, svolta storica per Porta Ovest

Lunedì 18 luglio alle ore 17 le imprese impegnate nei lavori di scavo (Consorzio Stabile Arechi -formato dal gruppo Marinelli e dal gruppo Carlomagno) procederanno all’abbattimento del diaframma della carreggiata nord della galleria Cernicchiara.

Il progetto serve a risolvere le criticità connesse al traffico commerciale eliminando i colli di bottiglia esistenti attualmente nell’area portuale tra il Porto di Salerno e l’Autostrada A3, rafforzando la capacità del porto e contribuendo quindi al miglioramento della dotazione infrastrutturale della Campania e del Mezzogiorno. Il progetto costituisce una delle fasi di realizzazione del collegamento stradale tra l’A3 e l’infrastruttura portuale attraverso la costruzione di due gallerie a doppia canna, ciascuna a doppia corsia e senso unico di marcia.

Il progetto Porta Ovest

Incrementando la dotazione infrastrutturale dell’area, si avrà una riduzione notevole dei tempi di percorrenza del traffico diretto al Porto di Salerno con conseguenti risparmi in termini di costi di trasporto. Sono prevedibili, altresì, ricadute in termini occupazionali derivanti dalla maggiore attrattività del porto e dell’area circostante.

La realizzazione dell’intervento permette al Porto di Salerno di rappresentare un’alternativa alla A3 per i flussi stradali merci dal Centro Italia alla Sicilia riducendo i rischi di congestionamento stradale, le emissioni inquinanti ed i rischi di incidentalità.

Articoli correlati

Back to top button