Salerno, Porta Ovest: il Riesame libera i conti

Dissequestrati tre conti correnti della Tecnis, l’azienda appaltatrice di Porta Ovest. La decisione è arrivata nella mattinata di ieri dai giudici del Riesame.

SALERNO. Dissequestrati tre conti correnti della Tecnis, l’azienda appaltatrice di Porta Ovest. La decisione è arrivata nella mattinata di ieri dai giudici del Riesame. I conti correnti in questione erano stati sequestrati lo scorso 11 dicembre su disposizione del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Salerno Stefano Berni Canani che aveva accolto la richiesta dei magistrati della direzione distrettuale antimafia Alfano e Senatore.

I conti correnti

Come racconta Il Mattino, i tre conti correnti dissequestrati facevano parte dei 31 milioni di euro che rientravano nel l decreto di sequestro preventivo di immobili e quote societarie. Secondo la pubblica accusa le somme che sarebbero dovute servire per la realizzazione di “Porta Ovest” destinate a fini diversi.

Decisivo, ai fini del dissequestro, il lungo lavoro difensivo; in particolare l’avvocato Cecchino Cacciatore, documentando attraverso slide, memorie e tre volumi tra consulenze e indagini difensive che il finanziamento pubblico è passato attraverso un contratto di appalto e attraverso una cessione della linea di credito, ha cercato di dimostrare che non c’è stata una destinazione diversa dei fondi finanziati.

 

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG