Cronaca

Salerno Pulita, battaglia per un contratto di 3 mesi: scatta la rivolta dei “facilitatori”

Tensioni alla sede di Salerno Pulita, arriva la Polizia. Celano e Ventura presentano un esposto sulle assunzioni

Attimi di tensione presso la sede centrale di Salerno Pulita dove è stato necessario l’intervento degli agenti della Polizia di Stato. È accaduto nella mattinata di venerdì 8 luglio, quando per cause ancora non chiare, si è registrato un malcontento tra i lavoratori. In merito alle assunzioni di nuovi operatori, il capogruppo di Forza Italia Roberto Celano ed il consigliere di Fratelli d’Italia Mimmo Ventura hanno presentato un esposto al sindaco Vincenzo Napoli.

Tensioni alla sede di Salerno Pulita, arriva la Polizia

“La Società Salerno Pulita S.p.a sta procedendo ad assumere personale interinale, presumibilmente per sostituire lavoratori in ferie. Troppo spesso in passato lo stesso Ente ha “abusato” dei contratti di somministrazione di lavoro ed ha assunto dipendenti con tale modalità, finendo per utilizzarli per anni come fossero lavoratori a tempo indeterminato, per poi stabilizzarli con procedure appositamente predisposte”. A denunciarlo in una nota da Roberto Celano, Consigliere Comunale di Forza Italia e Domenico Ventura, Consigliere Comunale di Fratelli d’Italia.

“Tale procedura – continua la lettera – apparrebbe non solo poco trasparente, in quanto non preceduta dalla necessaria divulgazione dell’informazione, che si potrebbe pensare sia stata veicolata tra gli aspiranti lavoratori ritenuti più ‘adeguati’ dal sistema di gestione, ma sembrerebbe anche non conforme alle norme vigenti”.

“Le assunzioni, sebbene con le modalità succitate, parrebbero, infatti, violare la L.R. n.14/2016 che imporrebbe agli Enti impegnati nel ciclo integrato dei rifiuti di verificare, prima di procedere al reclutamento, se vi siano lavoratori già dipendenti dei Consorzi di Bacino, ed attualmente in lista di mobilità, disponibili ad essere impegnati anche stagionalmente”.

“Si chiede, pertanto di intervenire ad horas, al fine di evitare che la società partecipata in questione proceda nell’ennesima prevaricazione delle aspettative di tanti giovani salernitani impossibilitati a partecipare alla selezione di personale, anche se a tempo determinato, per carenza di informazione e trasparenza e per evitare che un Ente operativo del Comune possa eventualmente violare la normativa regionale in precedenza richiamata”.

Cos’è successo

Come riportato dal quotidiano Il Mattino, i 25 lavoratori interinali si erano presentati presso la sede di Salerno Pulita per passare la seconda selezione al fine di ottenere un contratto a tempo determinato dalla durata di tre mesi. Le visite mediche – e di conseguenza le procedure di assunzione – sono state sospese.

Articoli correlati

Back to top button