Cronaca

Salerno: Renzi all'inaugurazione della stazione marittima

SALERNO. A causa di un’irrevocabile impegno in Germania, il premier Matteo Renzi ha posticipato il suo arrivo a Salerno per l’inaugurazione della Stazione Marittima, giungendovi oggi.

Prima dell’inaugurazione però, il premier è giunto a Pompei ove ha visitato, in compagnia della moglie Agnese, gli scavi archeologici oltre che i due musei “Egitto-Pompei” e “Mito e Natura”.

Successivamente si è spostato a Napoli dove, insieme al Presidente della Regione (nonché ex sindaco di Salerno) Vincenzo De Luca, ha firmato presso la prefettura il “Patto della Campania” (atto a rilanciare economia, infrastrutture e cultura della regione con un investimento di tre miliardi di euro) con la compartecipazione del vicepresidente della giunta campana Vito Bonavitacola, il segretario regionale del PD Assunta Tartaglione, i consiglieri regionali Mario Casillo e Raffaele Topo, l’ex Parlamentare Teresa Amato, assente il non invitato Sindaco di Napoli Luigi De Magistris.

Alle 14:50 Renzi giunge a Salerno e insieme all’attuale Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, al presidente Annunziata e all’immancabile Vincenzo De Luca, ha visto la Stazione Marittima (opera di architettura contemporanea progettata da Zaha Haddid, recentemente scomparsa).

Dichiara il Premier: «Si tratta di un capolavoro, di un’opera davvero straordinaria. Salerno sta vivendo una fase incredibile di sviluppo. Solo chi vive di pregiudizi non riesce a rendersi conto di quanto è stato fatto di buono per questa città».

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button