Cronaca

Rissa a Torrione, gli aggressori sono figli della Salerno Bene

Al vaglio le immagini delle telecamere di videosorveglianza e i contatti telefonici

Sono stati identificati i ragazzi coinvolti nella rissa a Torrione avvenuta in piazza Gloriosi nella serata di sabato: secondo quanto riportato dal Mattino, appartengono alla Salerno Bene.

Salerno, rissa a Torrione: identificati i ragazzi

Sono tutti figli della Salerno “bene” gli aggressori di Torrione quelli che hanno scatenato la rissa sabato sera in piazza Gloriosi. Quasi tutti minorenni, uno dei quali denunciato, che sono intervenuti a mo’ di branco per determinare il proprio potere.

Si tratta di giovani che appartengono a famiglie di professionisti, qualcuno anche in carriera politica. Tra i danni fisici si conta anche qualche testa rossa e qualche dente spezzato.

La dinamica

A scatenare la violenza è stato uno dei più piccoli. Assieme al fratello, ora denunciato, mentre altri due coinvolti sono stati soltanto identificati.

Il piccolo in sella ad uno scooter e, quando è arrivato il proprietario, ha iniziato a fatto storie. Ne è nata una discussione. Il ragazzino lo ha minacciato: “Vado a chiamare mio fratello”. Non se lo è fatto ripetere due volte. È ritornato in piazza con il fratello più grande e i suoi amici: “Cosa hai detto a mio fratello, ripetilo a me, mo’ ti faccio vedere io”, e scatta la violenza fisica con schiaffi e pugni. I suoi amici hanno dato man forte e gli amici dell’aggredito sono intervenuti in sua difesa.

L’intervento delle forze dell’ordine

Qualcuno dei presenti ha chiamato la Polizia, al loro arrivo hanno sedato l’aggressione e hanno fermato il primo aggressore identificando gli altri presenti.

Al vaglio le immagini delle telecamere di videosorveglianza e i contatti telefonici del giovane denunciato per cercare di ricostruire la dinamica. Ma soprattutto stanno cercando di capire anche chi siano quelli dell’altro gruppo che, comunque, non hanno esitato a usare la violenza.

Articoli correlati

Back to top button