Salerno, spaccio di droga e tentato furto in un appartamento: 3 arresti

I carabinieri di Salerno hanno arrestato tre uomini per spaccio di droga e tentato furto in un'abitazione: ecco tutti i dettagli dell'operazione

I carabinieri di Salerno hanno arrestato tre uomini per spaccio di droga e tentato furto in un’abitazione: ecco tutti i dettagli dell’operazione.

Arrestati per droga e tentato furto

Carabinieri della Compagnia di Salerno, nel corso dell’ultima settimana, hanno dato corso ad una più incisiva attività di contrasto ai fenomeni delinquenziali commessi nella città di Salerno, soprattutto nelle aree più sensibili del territorio. Nel quadro di tale intensificazione sono state arrestate tre persone e controllati circa trecento individui.

Nel dettaglioi militari della Sezione Radiomobile hanno tratto in arresto, in tre distinte occasioni, L.M., cl. 99, H.Y. cl. 89 e O.O. cl. 92 tutti con diversi precedenti di Polizia, perché ritenuti responsabili, a vario titolo, di tentato furto in abitazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, H.Y. cl. 89, di origine marocchina e dimorante nel Comune di Pontecagnano Faiano (Salerno), con precedenti specifici, irregolare sul territorio nazionale, veniva tratto in arresto in quanto bloccato mentre, attraverso una grondaia, cercava di darsi alla fuga dopo avere effettuato un furto all’interno di una abitazione, sita in un quartiere residenziale del centro cittadino. Quanto asportato veniva immediatamente restituito ai legittimi proprietari, che si trovavano all’interno dell’abitazione all’atto del tentativo di furto e che non si erano accorti di quanto fosse accaduto se non quando erano giunti i militari.

Il marocchino, già tratto in arresto dai carabinieri dello stesso Reparto nel mese di agosto 2017 per furto, resistenza e minacce a P.U. nonché nel mese di marzo di quest’anno per furto aggravato su autovettura, su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Salerno, dott.ssa Chiara Minerva, veniva condotto presso la locale Casa Circondariale in attesa della celebrazione di rito direttissimo, che si concludeva con la convalida dell’arresto e contestuale emissione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere.

 L.M. cl. 99, salernitano di origine ucrainapluripregiudicato per reati contro la persona ed il patrimonio, già denunciato alcune settimane addietro per il medesimo reato, veniva tratto in arresto in quanto fermato, in flagranza di reato, mentre era intento a cedere alcune dosi di sostanze stupefacenti, di vario tipo, ad alcuni giovani avventori che si trovavano nei pressi di un noto istituto scolastico. Il giovane, poi sottoposto a perquisizione personale, veicolare e domiciliare, veniva trovato in possesso di diverse dosi già confezionate di cocaina, crack ed eroina, nonché la somma in contanti di euro 50, in banconote di vario taglio, verosimile provento dello spaccio, tutto sottoposto a sequestro.

L’uomo, su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Salerno, dott. Antonio Cantarella, veniva condotto presso la locale Casa Circondariale per la successiva udienza di convalida che si concludeva con l’emissione della misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Pontecagnanocon contestuale obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria presso la Stazione Carabinieri dello stesso Comune.

 O.O. cl. 92, di origine nigeriana e dimorante nel comune di Aversa, con precedenti specifici ed irregolare sul territorio nazionale, nel corso dei medesimi servizi mirati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, veniva seguito e raggiunto, per poi essere fermato, nei pressi della Stazione Ferroviaria di Cava dei Tirreni a bordo di una autovettura a lui in uso e, a seguito di perquisizione personale e veicolare, nel posacenere e nel portadocumenti dell’autovettura, veniva rinvenuta e sottoposta a sequestro, sostanza stupefacente del tipo eroina, suddivisa in  4 ovuli per un totale di 44 grammi, nonché la somma, in contanti, di euro 900, in banconote di piccolo taglio, verosimile provento dello spaccio.

L’uomo, su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, Dott. Davide Palmieri, veniva condotto presso la locale Casa Circondariale in attesa di celebrazione di rito direttissimo per la mattinata odierna.

Infine, venivano fatti controlli anche alla circolazione stradale che consentivano di identificare circa trecento persone ed un centinaio di mezzi.

TAG