Cronaca

Salerno, ancora spari in città: paura nella notte a Mercatello | C’è un sospettato

Ancora spari nella città di Salerno. Questa volta i fatti sono avvenuti, questa notte 1 agosto, in via Leucosia a Mercatello

Ancora spari nella città di Salerno. Questa volta i fatti sono avvenuti, questa notte 1 agosto, in via Leucosia a Mercatello. Sul luogo sono intervenuti i poliziotti che hanno avviato le indagini per ricostruire le esatte dinamiche dell’accaduto. Stando a quanto si apprende finora, i militari hanno trovato a terra due bossoli. Alcuni testimoni avrebbero visto due persone, una fuggire e l’altra inseguirla. Ci sarebbe al momento anche un sospettato. Come scrive anche RadioAlfa, si tratta di un uomo di mezza età.

Salerno, spari nella notte a Mercatello

Non c’è pace per i cittadini di Salerno. Nel corso della notte sono stati esplosi altri colpi di arma da fuoco nel quartiere di Mercatello. Solo qualche giorno fa, i carabinieri allertati da alcuni residenti, avevano ritrovato un bossolo in strada, nei pressi di un negozio situato in via Palinuro. Cresce la tensione in città.

Il precedente

Lo scorso 27 luglio, in via Palinuro, nei pressi di una nota cornetteria, erano stati esplosi alcuni colpi. A lanciare l’allarme sono stati i residenti della zona. Sul luogo dell’accaduto sono intervenuti i carabinieri che hanno rinvenuto nei pressi del marciapiede un solo bossolo. Ad una attenta analisi, non sono state trovate nemmeno delle tracce di sangue per terra. Sull’accaduto indagano i militari dell’arma. Sarà necessario identificare i tre protagonisti dell’accaduto prima di chiarire il movente della lite e dello sparo.

Cresce la paura per le “guerre” tra gang

A Salerno cresce la paura per le “guerre” tra gang. Gli spari avvenuti nella giornata di ieri, sono solo gli ultimi in ordine di tempo. Infatti, lo scorso mese di giugno alcuni colpi d’arma da fuoco erano stati esplosi nella zona Irno. In quella occasione, alcuni ragazzi a bordo di scooter  avrebbero esploso diversi colpi di pistola.

I  colpi, con molta probabilità, sono stati esplosi con un revolver dal momento che non sono stati ritrovati bossoli ma soltanto delle ogive e dei segni sui muri di piazza Ippolito da Pastina

Articoli correlati

Back to top button