Cronaca

Salerno, studenti in piazza per il clima, De Luca: «Meglio un confronto scolastico»

Anche a Salerno gli studenti protestano per il clima. Gli studenti salernitani, come quelli di altre 159 città italiane sono scesi in piazza per prendere parte al Fridays for Future.

Salerno, studenti in piazza per il clima

La mobitazione italiana per chiedere ai governi a cambiare le politiche ambientali, e scongiurare un punto di non ritorno sul cambiamento climatico, vede appuntamenti già programmati in 160 città, da Bolzano a Ragusa. A Salerno i giovani si sono radunati in piazza Portanova con striscioni e cartelli intonando cori di protesta. Presenti anche i ragazzi dell’associazione “Voglio un Mondo Pulito”, da sempre sensibili alle tematiche ambientali della città di Salerno e non solo.

Il commento di De Luca

“Cresce la consapevolezza che il destino della Terra rischia di essere pregiudicato mettendo a rischio intere generazioni. Siamo arrivati ad un bivio: devono cambiare gli stili di vita e riconvertire l’economia in termini ambientali.

Basta partire dalle cose minime come l’educazione da inculcare ai nostri giovani, all’uso della plastica e del materiale non biodegradabile al ciclo dei rifiuti che consenta di avere sempre meno discariche consentendo il riutilizzo dei materiali.

Oggi è la giornata per l’ambiente ma sinceramente l’avrei utilizzata diversamente. Sposo l’idea di Massimo Cacciari; più che per fare uno sciopero avrei dedicato una giornata nelle scuole con la presenza ed il dialogo di scienziati, fisici, geologi e tecnici dell’alimentazione. Sarebbe stata questa la cosa più utile…”

Articoli correlati

Back to top button