Cronaca

Salerno, tagli della produttività: dipendenti comunali in rivolta

SALERNO. I tagli della produttività presso il Comune di Salerno ha portato i dipendenti comunali in rivolta, specialmente per la mancata decurtazione ai funzionari.

I tagli della produttività ricadono sui dipendenti comunali ma non sui funzionari: a Palazzo di Città scoppia la polemica

I dipendenti comunali di Palazzo Città a Salerno sono in rivolta per il taglio della produttività 2018 che ha visto il mancato conferimento del premio per aver raggiunto gli obiettivi di lavoro stabiliti dall’amministrazione comunale.

Stando a quanto riportato dal quotidiano “La Città”, tale situazione è nata dalla necessità di recuperare 1,3 milioni di euro che il Comune dovrà effettuare sul fondo salario accessorio per recuperare quanto dato in eccesso allo stesso fondo dal 2003 al 2011. Il taglio inoltre ricade sui dipendenti appartenenti alle categorie B e C. Non subiranno variazioni invece i funzionari comunali, legati alla categoria D. Da qui è scoppiata la polemica che ha costretto i movimenti sindacalisti a scendere in campo in favore dei dipendenti comunali.


Fonte: La Città

Articoli correlati

Back to top button