Cronaca

Salerno, uomo inveisce contro la statua di Monsignor Grasso: fermato

Momenti di forte tensione, nella mattinata di oggi, 7 luglio, a Salerno. Un uomo, per cause ancora da chiarire, ha cominciato ad inveire contro la statua di Monsignor Grasso, situata a Mercatello.

Uomo inveisce contro la statua di Monsignor Grasso a Salerno

L’uomo, secondo una ricostruzione dei fatti, avrebbe cominciato a pronunciare parole e volgarità di ogni tipo. Sul posto sono intervenuti i poliziotti che lo hanno fermato e portato in Questura. Un accaduto che ha lasciato increduli tutti i passanti.

La biografia

Facente parte dell’Ordine di San Benedetto, era figlio di Giovanni e di Veronica Boerio, abate del convento di Prada, a Padova dal 1907. Dopo vari ruoli come amministratore apostolico, il 7 aprile 1915 è nominato arcivescovo di Salerno.

Vissuto durante il periodo fascista, da arcivescovo, si rifiutò di benedire gagliardetti e di presenziare a manifestazioni chiaramente partitiche, non interferendo tuttavia con l’operato laico e statale. Diverse sono le opere da benefattore come: le colonie marine e montane, la casa dello studente, le scuole serali per operai, la sezione cittadina degli esploratori cattolici.

Muore a Salerno, il 30 marzo 1929, vigilia della Pasqua; venne sepolto presso la cattedrale di Salerno, nella navata sinistra.

La statua a Salerno

Nel 2004, nel 75° anniversario dalla sua scomparsa avvenuta nel 1929, l’allora sindaco De Biase e l’arcivescovo Mons. Gerardo Pierro, inaugurarono l’elegante busto in marmo dedicato alla memoria di Mons. Carlo Gregorio Maria Grasso, collocato nell’omonima piazza di Mercatello, nella zona orientale della città.

La posa del monumento è stata voluta per ricordare una delle figure più importanti della Chiesa salernitana dei primi del ‘900.


Leggi anche:

Articoli correlati

Back to top button