Cronaca

San Mauro Cilento, appalti fasulli: «Ci prendono e buttano le chiavi». Le intercettazioni shock

SAN MAURO CILENTO. Appalti fasulli, parentopoli, gestione familiare. Avevano paura, sapevano di star violando qualsiasi norma al riguardo.

“Stiamo facendo cose… che veramente arriva qualcuno un giorno di questi, ci prende la dentro e butta le chiavi! Le butta completamente! Noi stiamo andando contro tutta la c…. di norma che c’è, la stiamo schifando” diceva Agelo Cilento, il responsabile dell’ufficio di Ragioneria del Comune al sindaco Carlo Pisacane.

Il primo cittadino gli aveva chiesto di “sistemare” un amico, di prorogargli l’affidamento del servizio del trasporto scolastico.

San Mauro Cilento, appalti fasulli: «Ci prendono e buttano le chiavi». Le intercettazioni shock

“Vedi un po’… parliamo domani mattina, lascia stare stasera con questo c… di telefono, che quelli ci sentono” .

Sapevano di essere sentiti, ma hanno continuato impunemente a violare qualsiasi regola in vigore.

“Non parliamo qua dentro… qua ragazzi non è buono, andate nel mio studio sopra” .

I carabinieri della stazione di Pollica indagavano da due anni su quanto accadeva nel piccolo comune cilentano, dopo la prima denuncia di un imprenditore. Il sindaco e la sua “cricca” temevano gli uomini dell’Arma, come è emerso dalle parole del responsabile all’ufficio tecnico Franco Volpe.

“[Ho] paura di sto c… di Maresciallo” diceva al telefono. Ma gli atti amministrativi fasulli andavano avanti, come quello per la pulizia delle spiagge.

“Il mezzo sta sulla spiaggia e dobbiamo comprarlo. Lo tengo già là e dobbiamo comprarlo… Parto per comprare una cosa che già detengo. Pasqualino (Volpe ndr.) io ho detto una cosa.. fino a quando non passa guai nessuno non è un problema, diversamente mi metto le carte sotto al braccio e vado alla procura della Repubblica perché mi sono rotto il c…”.

Poi il ragioniere risponde: “mi sono rotto i c… di fare da tappabuchi e passare guai. Ma almeno le cose posso saperle o no?”

Volpe risponde: “che fosse arrivato il mezzo lo sapevi perché te lo dissi” .

E ancora il ragioniere: “non lo sapevo. Io l’ho saputo quando me lo ha detto il vigile e se me lo dice il vigile sai cosa significa? Che lo sa anche il comandante dei carabinieri di Pollica! Io sai perché mi incazzo? Perché non è la prima volta. Sarà l’ottantesima volta, non lo so quante sono perché non le ho contate!” .

San Mauro Cilento, 9 arresti: è terremoto politico

Articoli correlati

Back to top button