Battipaglia, sansificio: spunta il pellet fuorilegge

Sansificio-sios-Battipaglia

Sansificio sios di Battipaglia nei guai per produzione abusiva di pellet nella struttura della Piana del Sele già in passato nella polemica

Problemi per il sansificio Sios di Battipaglia. L’impianto è stato sorpreso dalla polizia municipale di Battipaglia e dai vigili del fuoco a imbustare abusivamente pellet.

Sansificio sios di Battipaglia nei guai

Come spiega Il Mattino si tratta di una situazione pericolosa in virtù dell’infiammabilità del materiale lavorato, utilizzato proprio per il riscaldamento domestico. I caschi bianchi sono stati allertati dai cittadini a causa della polvere che si levava nei dintorni dell’impianto.

I vigili, guidati dal comandante Iuliano, mercoledì scorso, si sono recati nel sansificio. All’ingresso, nei capannoni della struttura, gli agenti si sono subito resi conto che le attività erano ferme. Eppure, nella struttura c’era chi lavorava. In uno dei capannoni, infatti, sono state individuate ben duecento basi caricate con i pellet, già imbustate e pronte ad essere messe in commercio. In un’altra parte dell’impianto, era ammassata la segatura pronta per essere «pellettizzata» e imbustata. Un’attività non prevista nell’impianto e che, pertanto, risultava assolutamente abusiva

I provvedimenti

Non è scattato il sequestro. La proprietà del sansificio è stata diffidata a procedere con lo sgombero del materiale entro sette giorni. Inoltre, gli uffici comunali hanno immediatamente ritirato l’autorizzazione unica ambientale, già scaduta, ma prorogata fino al 30 ottobre.

TAG