Santa Marina, falsa dichiarazione per diventare dirigente: assolto un architetto

Tribunale-rigetta-rivendicazione

Il tribunale di Lagonegro ha assolto l’architetto Giovan Battista Guastalegname. A pronunciare la sentenza di assoluzione il giudice monocratico Cuofano

Il tribunale di Lagonegro ha assolto l’architetto Giovan Battista Guastalegname. A pronunciare la sentenza di assoluzione il giudice monocratico Aniello Cuofano con formula “perché il fatto non costituisce reato”.

Assolto l’architetto Guastalegname

La vicenda risale all’agosto del 2013, a seguito della denuncia dell’ex impiegato comunale Antonio Berretti, licenziato per aver sostenuto esami universitari durante le giornate in cui, ufficialmente, era assente dal lavoro per malattia, difeso dall’avvocato Franco Maldonato.

Berretti aveva querelato l’architetto Guastalegname per una dichiarazione, rilasciata nell’ambito di un bando pubblico per incarico di Dirigente Area Tecnica del Comune di Santa Marina, ritenuta falsa dall’accusante. Gli avvocati difensori, Felice Lentini del foro di Salerno Antonio Ferrante del foro di Lagonegro, hanno confutato le accuse della Procura, sostenendo la tesi della piena legittimità della dichiarazione resa dall’architetto Guastalegname, in quanto totalmente legittimato a partecipare al bando, dato che non vi erano evidenti motivi di inconvertibilità per l’assenza di procedimenti che impedivano la possibilità di contrarre con la Pubblica Amministrazione.

TAG