Sant’Arsenio, il killer degli animali avvelena due cani

Continua il massacro di animali nel Vallo di Diano: avvelenati due cani

SANT’ARSENIO. Macabra scoperta stamane a Sant’Arsenio dove sono stati trovati morti due cani, avvelenati con delle polpette.

Uno dei cani era randagio mentre l’altro era un picher di proprietà di una famiglia del posto. Il Corpo Forestale dello Stato, giunto sul posto, ha sequestrato le carcasse dei cani e i bocconi avvelenati. Ora i veterinari dell’Asl trasporteranno le carcasse all’istituto zooprofilattico di Portici dove verranno effettuati gli esami autoptici. Le giubbe verdi non escludono che possano esserci altri animali morti.

Intanto, nel Vallo di Diano si pensa che i due cani siano stati uccisi dallo stesso killer che ammazzò un lupo a Sanza, un cinghiale a Ottati e freddato un cavallo a Monte San Giacomo.

L’associazione Lav continua nel suo intento di individuare i responsabili degli atroci gesti, offrendo una ricompensa di mille euro a chiunque fornisce informazioni valide.

Leggi anche: http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/lupo-ucciso-colpi-di-fucile-atto-intimidatorio-contro-agente-del-corpo-forestale-dello-stato/

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/lupo-ucciso-per-atto-intimidatorio-pista-sui-colpevoli/

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/monte-san-giacomo-cavallo-freddato-colpi-di-fucile/

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/massacro-di-animali-nel-cilento-lav-ricompensa-chi-fa-acciuffare-i-responsabili/

TAG