Le Sardine si macchiano di razzismo: a Bologna insultato un militante di colore di Fratelli d’Italia

sardine-razzismo-bologna

Le Sardine si macchiano di razzismo: a Bologna insultato un militante di colore di Fratelli d'Italia, che stava lavorando in uno degli stand del partito

Le Sardine si macchiano di razzismo: a Bologna insultato un militante di colore di Fratelli d’Italia, che stava lavorando nei pressi di uno degli stand del partito.

Presunto caso di razzismo tra i militanti delle Sardine

Risale a stamane il singolare episodio di razzismo avvenuto a Bologna, perpetrato nei confronti di un militante italo-brasiliano di Fratelli d’Italia. La singolarità dell’evento è ancora più marcata se si pensa che gli insulti provengono dal gruppo delle “sardine”, che negli ultimi tempi hanno guadagnato clamore mediatico per le loro lotte contro anti-fasciste e anti-razziste.

L’episodio

Stando a quanto riporta “Il Giornale”, Francesco Nadalini, militante di colore di FdI nato in Brasile (ma cresciuto in Italia con tanto di cittadinanza) era a Bologna, in piazza VIII Agosto, sotto uno stand di Fratelli d’Italia quando è stato avvicinato da un uomo di circa 45 anni.

Epiteti poco centili

L’uomo ha dapprima scattato delle foto per poi iniziare a inveire contro il militante accusando Fratelli d’Italia di “pagare gli extracomunitari per fare propaganda”, non contento ha iniziato ad apostrofare il militante chiamandolo più volte “negro”, sotto gli occhi basiti dei presenti e dello stesso Francesco Nadalini.

TAG