Cronaca

Sarno, denunciato e finisce a processo: ma è solo un omonimo

SARNO. Alfonso Califano, un giovane nocerino che vive a San Marzano sul Sarno, è finito al centro di un caso di omonimia che poteva costargli la galera. Il ragazzo ha raccontato «Non ho dato molto peso alla faccenda, perchè non ho mai avuto problemi con la legge. Però quando fui convocato in tribunale ho temuto di essere condannato per non aver mai commesso niente».

Come racconta il quotidiano Il Mattino, il giovane fu preso dall’ansia di una situazione più grande di lui, è stato denunciato per truffa e poi il processo è durato diversi anni.

Il magistrato pochi giorni fa l’ha assolto da ogni accusa, perchè il truffato ha esclamato «Signor giudice non è lui la persona che ho incontrato».Il caso di Califano si chiude qui, dopo anni di angoscia per l’uomo, con la paura di essere condannato per una truffa mai commessa, solo perchè il suo nome è uguale a quello dell’accusato.

 

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio