Cronaca

Prega disteso sui binari, poi scappa e aggredisce un poliziotto

SARNO. Si è inginocchiato e ha cominciato a pregare come farebbe qualsiasi fedele. In questo caso le preghiere sono rivolte ad Allah, ma il luogo non è una moschea o una strada qualunque. Un cittadino di origini marocchine è stato sorpreso a pregare disteso sui binari del passaggio a livello di via Roma. È accaduto ieri sera intorno alle 20.30.

Le dinamiche

Il guardiano della stazione ha tentato di farlo allontanare, ma non riuscendoci ha allertato la Polizia. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di Polizia di Stato, diretti dal vice questore aggiunto, Antonio Capaldo, e i carabinieri della locale stazione, agli ordini del comandante Toni Vitale.

All’arrivo delle forze dell’ordine l’uomo è scappato, ma è stato raggiunto all’altezza di via Livenza e, quando hanno cercato di comprendere l’accaduto, ha dato in escandescenza e, forse sotto effetto di alcool, ha aggredito un poliziotto stringendogli le mani al collo. I colleghi e i militari dell’Arma hanno bloccato e ammanettato l’aggressore. Sul posto anche un’ambulanza del 118.

Le forze dell’ordine hanno cercato di identificare l’uomo tramite un connazionale, trovatosi lì per caso, che ha fatto da traduttore, ma non ci sono riusciti. L’uomo, sprovvisto di qualsiasi tipo di documento di riconoscimento, ha preferito non parlare ed è stato trasferito all’ospedale di Nocera Inferiore. Il poliziotto aggredito è stato, invece, trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Martiri del Villa Malta.

Articoli correlati

Back to top button