Cronaca

Sbarco del dolore, identificate due delle 26 salme

SALERNO. Marian e Osato, questi sono i nomi delle due ragazze morte durante lo sbarco del dolore di domenica scorsa. Entrambe 20enni, sono solo due delle 26 salme di donne arrivate a Salerno con la nave spagnola Cantabria. A riconoscere Mirian è stato il marito, disperato.

Tutte e 26 erano salite su un barcone in cerca di una vita migliore ed invece nelle acque burrascose tra la costa africana e quella italiana hanno trovato la morte, giunta secondo quanto emerso dagli esami autoptici  per annegamento.

A Salerno nel frattempo si prepara il funerale che verrà celebrato nei prossimi giorni. Nessuna data ancora, si attendono le disposizioni della Procura. I funerali, che verranno celebrati in forma pubblica, si terranno sull’ossario del cimitero monumentale della città e saranno organizzati dal Comune.

In quell’occasione – come già annunciato nei giorni scorsi – il sindaco Vincenzo Napoli proclamerà lutto cittadino, «come segno doveroso di dolore e commiato nei confronti di queste giovanissime ragazze che hanno trovato la morte in una delle ennesime tragedie del mare. Faremo in modo che sia una celebrazione di semplicità assoluta, di eccezionale sobrietà ma, nei limiti del possibile, di grande solennità».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button