Scafati, 29enne non si ferma all'alt, picchia e minaccia i carabinieri: inseguito e arrestato

SCAFATI. Lo scafatese di 29 anni è stato il protagonista di una serata folle. Dopo un lungo inseguimento con i carabinieri per non essersi fermatto all’alt, è stato arrestato ed ha tentato anche di picchiare i militari. Gianmarco Fattorusso, il nome del giovane protagonista della bravata, l’uomo era già noto alle forze dell’ordine, è stato trovato […]

SCAFATI. Lo scafatese di 29 anni è stato il protagonista di una serata folle. Dopo un lungo inseguimento con i carabinieri per non essersi fermatto all’alt, è stato arrestato ed ha tentato anche di picchiare i militari. Gianmarco Fattorusso, il nome del giovane protagonista della bravata, l’uomo era già noto alle forze dell’ordine, è stato trovato in guida in stato di ebbrezza e senza patente con un auto non di sua proprietà.

La bravata non si è fermata qui, difatti, dopo l’identificazione è stato invitato a seguire i carabinieri presso l’ospedale di Nocera Inferiore per effettuare l’alcool test. L’uomo si è agitato, e prima di essere ammanettato ha sferrato degli schiaffi ai carabinieri e successivamente li ha minacciati.

Come racconta il portale PuntoAgroNews, dopo aver trascorso la notte nella camera di sicurezza della Tenenza di Scafati, è stato convalidato l’arresto , difeso dall’avvocato Antonio Raiola. Fattorusso ha deciso di avvalersi del rito abbreviato. Nel frattempo ha l’obbligo di dimora presso la propria abitazione di Scafati dalle 20 alle 6 del mattino.

 

 

 

TAG