CronacaInchiestaPolitica

Scafati, consiglio comunale sciolto per infiltrazioni camorristiche

SCAFATI. Il consiglio comunale di Scafati è stato sciolto per infiltrazioni camorristiche: oggi la decisione del Consiglio dei Ministri iniziato alle ore 9 e finito alle 10.10.

Il ministro degli interni Minniti ha messo la sua firma, confermata dalla presidenza della Repubblica, sullo scioglimento, annunciato oramai da mesi.

Dal 2011 ad oggi sono 63 i consigli comunali sciolti per infiltrazioni di stampo mafioso. L’ultima new entry di questo triste catalogo è il Comune di Scafati insieme a Crispano e Casavatore.

Scafati rivive quindi l’incubo dello scioglimento del marzo 1993 dopo 24 anni. Arriva la stangata dopo l’inchiesta che lo scorso 18 settembre 2015 aveva portato avvisi di garanzia all’ex sindaco Pasquale Aliberti, a suo fratello Nello, la moglie consigliere regionale di Fi Monica Paolino,la segretaria comunale Immacolata Di Saia e lo staffista del sindaco Giovanni Cozzolino per i presunti legami con il clan Ridosso Loreto.

La lunga inchiesta ha una ventina di persone indagate e potrebbe anche avere risvolti ancora più duri a breve. Intanto a marzo scorso era stata inviata al Comune di Scafati la commissione d’accesso che per mesi ha lavorato a Palazzo Meyer: a seguito del lavoro, la commissione ha proposto lo scioglimento del municipio per infiltrazioni camorristiche.

Una richiesta già formulata mesi prima dall’Antimafia e poi rimandata all’analisi della commissione d’accesso.

Successivamente era arrivata la richiesta di arresto per il sindaco Pasquale Aliberti, su cui il giudice si è espresso favorevolmente condannandolo al carcere insieme agli esponenti del clan Ridosso Loreto. Nulla invece per suo fratello Nello Aliberti, tuttora considerato uno dei perni di questa indagine. Sulla questione si attende la decisione della Cassazione per il prossimo 7 marzo.

Ora al Comune di Scafati, già commissariato dopo le dimissioni del sindaco lo scorso novembre, arriverà una triade commissariale, che sarà nominata nelle prossime ore.

I Comuni sciolti per camorra

Negli ultimi 5 anni sono molti in Campania i comuni sciolti per infiltrazioni camorristiche. Tra questi: Casal di Principe, Casapesenna, Gragnano, Pagani e Quarto.

Al Sud sono presenti oltre il 90% dei Comuni sciolti per mafia dal 1991 a oggi. Con il concentramento in tre Regioni: la Campania dove dal 1991, secondo i dati di Avviso Pubblico, le procedure di scioglimento sono state 98 (10 annullate), Calabria (84, di cui 8 annullate) e Sicilia (66, di cui 4 annullate).

Nel consiglio comunale sciolto ora a Scafati, in maggioranza, c’era anche il figlio dell’ex sindaco BrunoPagano, la cui amministrazione fu sciolta per camorra nel 1993 per gli affari sempre con il clan Loreto, ma in particolare, all’epoca il gruppo era guidato da PasqualeLoreto, attuale collaboratore di giustizia e padre di AlfonsoLoreto, uno dei principali accusatori dell’amministrazione Aliberti di oggi. Lui il pentito che ha detto: “A Scafati il clan più potente è quello di Pasquale Aliberti”.

Comuni sciolti in Campania dal 1991 al 2015

Casandrino Napoli 1991-08-02
Casapesenna Caserta 1991-09-30
Mondragone Caserta 1991-09-30
Marano di Napoli Napoli 1991-09-30
Poggiomarino Napoli 1991-09-30
Sant’Antimo Napoli 1991-09-30
Recale Caserta 1992-07-31
San Cipriano d’Aversa Caserta 1992-08-27
Cesa Caserta 1992-08-27
Grazzanise Caserta 1992-09-11
Villa di Briano Caserta 1992-10-26
Santa Maria la Fossa Caserta 1992-10-26
Lusciano Caserta 1992-12-12
Carinola Caserta 1993-01-18
Acerra Napoli 1993-01-18
Frignano Caserta 1993-03-11
Pagani Salerno 1993-03-11
Scafati Salerno 1993-03-11
Quindici Avellino 1993-04-14
Nocera Inferiore Salerno 1993-04-14
Casamarciano Napoli 1993-06-04
Casola di Napoli Napoli 1993-06-04
San Giuseppe Vesuviano Napoli 1993-06-04
Torre Annunziata Napoli 1993-06-04
Ercolano Napoli 1993-06-14
Sarno Salerno 1993-06-23
Pago del Vallo di Lauro Avellino 1993-06-23
Nola Napoli 1993-08-16
Pomigliano d’Arco Napoli 1993-08-16
Sant’Antonio Abate Napoli 1993-09-02
Teverola Caserta 1993-12-16
Villaricca Napoli 1994-01-17
San Paolo Belsito Napoli 1994-03-04
San Lorenzo Maggiore Benevento 1994-04-24
Casapesenna Caserta 1996-01-30
Pimonte Napoli 1996-04-04
Nola Napoli 1996-04-26
Santa Maria la Fossa Caserta 1996-07-11
Casal di Principe Caserta 1996-12-23
Liveri Napoli 1997-05-19
Terzigno Napoli 1997-07-28
Ottaviano Napoli 1997-09-08
Grazzanise Caserta 1998-01-26
Villa di Briano Caserta 1998-01-26
Casandrino Napoli 1998-02-16
Boscoreale Napoli 1998-12-15
Poggiomarino Napoli 1999-02-09
Afragola (Annullato) Napoli 1999-04-20
Pignataro Maggiore Caserta 2000-11-30
Pompei Napoli 2001-09-11
San Gennaro Vesuviano Napoli 2001-11-06
Santa Maria la Carità Napoli 2002-02-08
Portici (Annullato) Napoli 2002-09-10
Quindici Avellino 2002-09-24
San Paolo Belsito Napoli 2002-11-05
Frattamaggiore Napoli 2002-11-05
Montecorvino Pugliano Salerno 2003-11-21
Marano (Annullato) Napoli 2004-07-28
Volla Napoli 2004-11-02
Crispano Napoli 2005-10-25
Casoria Napoli 2005-10-25
Torre del Greco (Annullato) Napoli 2005-10-25
Afragola Napoli 2005-10-25
Tufino (Annullato) Napoli 2005-10-25
San Tammaro Caserta 2005-12-23
Melito di Napoli Napoli 2005-12-23
Pozzuoli Napoli 2005-12-23
Boscoreale Napoli 2005-01-26
Brusciano (Annullato) Napoli 2005-01-26
Casaluce Caserta 2006-07-07
San Gennaro Vesuviano Napoli 2006-11-15
Lusciano Caserta 2007-10-17
Castelnuovo di Napoli Napoli 2007-12-29
Marcianise (Annullato) Caserta 2008-03-19
San Cipriano d’Aversa Caserta 2008-03-19
Arzano Napoli 2008-03-05
Orta di Atella Caserta 2008-07-24
Pago del Vallo di Lauro Avellino 2009-03-13
Villa Literno Caserta 2009-04-23
Castello di Cisterna Napoli 2009-07-10
San Giuseppe Vesuviano Napoli 2009-12-09
Gricigliano di Aversa Caserta 2009-08-02
Gragnano Salerno 2012-03-23
Pagani Salerno 2012-03-23
Casapesenna Caserta 2012-04-06
Castel Volturno Caserta 2012-04-06
Casal di Principe Caserta 2012-04-06
San Cipriano d’Aversa Caserta 2012-09-04
Grazzanise Caserta 2013-03-08
Quarto Napoli 2013-03-27
Giugliano Napoli 2013-04-24
Battipaglia Salerno 2014-04-04
Arzano Napoli

2015-04-29

La vicenda

Leggi gli altri articoli:

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/scafati-oggi-sara-commissariata-aliberti-dato-lanima-questa-citta/

http://salerno.occhionotizie.it/cronaca/pasquale-aliberti-si-dimette-terremoto-politico-a-scafati/

http://salerno.occhionotizie.it/cronaca/caos-al-comune-scafati-arriva-la-commissione-daccesso/

http://salerno.occhionotizie.it/cronaca/scafati-si-dimesso-sindaco-aliberti/

http://salerno.occhionotizie.it/cronaca/scafati-scioglimento-vicino-le-ombre-del-clan-sulla-coppia-aliberti-paolino/

http://salerno.occhionotizie.it/cronaca/scafati-indagine-antimafia-commento-del-sindaco-aliberti/

Leggi anche:

Il commento di Angelo Tofalo

http://salerno.occhionotizie.it/barra/scioglimento-del-consiglio-comunale-scafati-tofalo-avuto-ragione/

Il commento dell’ex consigliere Angelo Matrone

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/scafati-scioglimento-consiglio-camorra-matrone-brutta-pagina-storia-la-citta-ora-si-riparta-zero/

Il commento dell’ex sindaco Pasquale Aliberti:

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/agro-nocerino-sarnese/scafati-scioglimento-del-consiglio-comunale-le-parole-dellex-sindaco-aliberti/

Il commento degli ex consiglieri di maggioranza:

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/scafati-scioglimento-camorra-le-reazioni-dei-consiglieri-maggioranza/

Il commento di Raffaella Casciello

http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/scafati-raffaella-casciello-scafati-citta-camorra-la-politica-perso-perso-tutti/

Francesco Piccolo

Giornalista professionista, direttore del network L'Occhio che comprende le redazioni di Salerno, Napoli, Benevento, Caserta ed Avellino. Direttore anche di TuttoCalcioNews e di Occhio alla Sicurezza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button