Scafati, Guardia di Finanza scopre stamperia di soldi falsi

SCAFATI. Importante operazione della Guardia di Finanza di Scafati che ha scoperto una stamperia di soldi falsi tra Castellamare di Stabia e Torre Annunziata. I soldi falsi venivano stampati in un’azienda incaricata dello smaltimento rifiuti. Il blitz delle fiamme gialle ha inoltre portato al sequestro di computer e macchinari utilizzai per la stampa di  1.012.800 […]

SCAFATI. Importante operazione della Guardia di Finanza di Scafati che ha scoperto una stamperia di soldi falsi tra Castellamare di Stabia e Torre Annunziata. I soldi falsi venivano stampati in un’azienda incaricata dello smaltimento rifiuti. Il blitz delle fiamme gialle ha inoltre portato al sequestro di computer e macchinari utilizzai per la stampa di  1.012.800 biglietti dal taglio di 50 euro, fogli già filigranati di ottima qualità. Parte della merce sottoposta a sequestro è stata rinvenuta in una zona della stamperia occultata dietro un finto mobile di legno, nonché in un vano artatamente creato e nascosto nel pavimento, apribile mediante apposito telecomando. L’attività eseguita in maniera tempestiva dai militari ha consentito di sottoporre ad arresto tre soggetti intenti a manovrare le macchine industriali utilizzate per il perfezionamento delle banconote, oltre a due fratelli, gestori di fatto della società di scarichi ambientali ma reali organizzatori dell’attività illecita.                                                                                                                    Dunque, sono 5 le persone tratte in arresto, tutte di origini campane, colte in flagranza di reato. Tutti gli arrestati devono rispondere dell’ipotesi di accusa di falsificazione di banconote in concorso. Secondo gli uomini della Guardia di Finanza, la stamperia aveva un giro d’affari di circa 50 milioni di euro. Il sequestro è avvenuto in esecuzione di un decreto di perquisizione emesso dalla Procura di Nocera Inferiore.

TAG