Scafati, arrestato il “re” delle onoranze funebri: scacco matto al clan Cesarano

furto-montesano-sulla-marcellana-ladri-camion-attrezzature

Compare anche il nome di Giulio Cesarano, imprenditore di Scafati, da sempre attivo nel settore delle onoranze funebri, tra i 6 arrestati nel Napoletano

Compare anche il nome di Giulio Cesarano, noto imprenditore di Scafati, da sempre attivo nel settore delle onoranze funebri, tra quelli delle sei persone finite in manette all’alba di ieri, all’esito di una vasta operazione anticamorra condotta dal nucleo Investigativo dei carabinieri di Torre Annunziata, su disposizione della Direzione distrettuale antimafia di Napoli.

Arrestato il re delle onoranze funebri di Scafati

Un’inchiesta tutta partenopea che ha portato all’arresto di sei persone ritenute, a vario titolo, protagoniste di un sistema di monopolio delle onoranze funebri nel territorio di Castellammare di Stabia, gestite con il preciso intento di favorire le attività illecite del clan D’Alessandro, egemone nell’area stabiese.

Tutti gli arrestati, compreso l’imprenditore di Scafati, appartengono alla famiglia Cesarano, a capo della quale spicca il nome di Alfonso Cesarano, classe 1958, cugino di Giulio, l’unico finito in carcere. Per lui si sono, infatti, aperte le porte del carcere di Secondigliano.

Per l’imprenditore scafatese, a cui è legata da sempre l’impresa funebre con sede in via Passanti a Scafati sono stati disposti gli arresti domiciliari.

Leggi anche

TAG