Cronaca

Scafati, scene da far-west sulla "268": inseguimento e colpi di pistola

SCAFATI. Scene da far-west a Scafati. Un imprenditore ortofrutticolo è stato protagonista di un inseguimento lungo la Statale 268. Una storia che poteva trasformarsi in tragedia. Ma partiamo dal principio.

Tutto ha avuto inizio sabato scorso intorno alle 18. Due rapinatori fanno irruzione in un’azienda ortofrutticola di Poggiomarino, puntando la pistola contro una dipendente e intimandole di consegnare loro i soldi. La donna, oppone resistenza, e desiste. I ladri le credono e fuggono via.

Il tempo di spiegare tutto al suo capo, che quest’ultimo non ci ha pensato due volte ed è partito all’inseguimento dei due banditi, convinto che avessero portato via il danaro che serviva per le paghe settimanali. L’inseguimento si è svolto lungo la Statale 268, verso i paesi vesuviani.

Nel frattempo l’uomo, M.B., ha anche avvisato le forze dell’ordine. Durante la folle corsa, la macchina dell’imprenditore è arrivata a pochi centimetri dallo scooter dei rapinatori. Uno dei due, impaurito, ha lasciato partire alcuni colpi di pistola nel tentativo di ferire “l’avversario”.

Infine, nel tentativo di tagliare la strada all’auto, lo scooter è sbandato: un rapinatore è fuggito, dileguandosi tra le campagne, l’altro, Francesco Guastafierro, è  stato arrestato dai carabinieri, e poi trasferito al nosocomio di Sarno. Intanto i militari hanno aperto un’indagine, e sono sulle tracce del secondo bandito. L’accusa è di tentato omicidio e tentata rapina.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button