Cronaca

Scafati, scooter finisce contro un palo: ricoverato in gravi condizioni Giovanni Bottone

La paura è stata enorme. Conosco Giovanni da circa 30 anni e sono stato praticamente tra i primi ad arrivare sul posto. Per fortuna indossava il casco", dichiara l'amico

Uno scooter finisce contro un palo, per cause ancora in corso di accertamento, a Scafati: secondo quanto riportato dal Mattino, un infermiere di 60 anni, Giovanni Bottone, è ricoverato ora in gravi condizioni all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore.

Scooter contro un palo a Scafati: Giovanni Bottone è grave

L’uomo di 60 anni, infermiere professionale all’ospedale Martiri di Villa Malta di Sarno, era in sella al suo scooter quando, per cause ancora in fase di accertamento, è finito contro un palo della luce.

Il consigliere comunale è stato trasportato all’ospedale di Nocera Inferiore dove è stato intubato e sottoposto ad un intervento chirurgico: durato tre ore, nel pomeriggio di ieri è stato estubato.

La dinamica

L’incidente è avvenuto nella giornata di domenica, all’ora di pranzo, in via Michelangelo Nappi, tra Scafati e Boscoreale. Il consigliere comunale era diretto a casa del figlio, ma purtroppo non ci è potuto arrivare.

Nel tratto in prossimità di una curva, per cause ancora al vaglio delle forse dell’ordine, la moto è sbandata ed è finita con un palo della luce. Il violento impatto ha risuonato nel vicinato ed ha fatto sbandare i residenti che hanno allertato i Carabinieri e i sanitari del 118. La fortuna, per non aver subito conseguenze gravi, è stata che indossava il casco.

L’amico

“La paura è stata enorme. Conosco Giovanni da circa 30 anni e sono stato praticamente tra i primi ad arrivare sul posto. Per fortuna indossava il casco. Giovanni non ha perso conoscenza e lamentava un dolore al braccio. La moto è rimasta in piedi, incastrata tra un palo e una recinzione metallica. In ospedale poi i medici hanno valutato le ferite riportate e deciso di operare. Il mio ringraziamento va a loro: penso che gli hanno salvato la vita. La notte è stata piena di preoccupazioni. Ora stiamo seguendo l’evolversi della situazione ma per noi il tempo che passa senza difficoltà è solo un bene. Aspettiamo tutti di riabbracciare Giovanni”.

Articoli correlati

Back to top button