Cronaca

Un’altra arma contro il Covid: a Scafati parte la sperimentazione degli anticorpi monoclonali

A Scafati parte la sperimentazione degli anticorpi monoclonali per Covid. Due pazienti individuati ma non compatibili

Scafati parte la somministrazione degli anticorpi monoclonali per contrastare il Covid. L’hospital di Scafati è stato individuato come unico ospedale dall’Asl Salerno per l’innovativa sperimentazione della terapia alternativa al Covid.

Covid, a Scafati parte la sperimentazione degli anticorpi monoclonali

Come riportato dall’edizione odierna de Il Mattino, nella mattinata di ieri – venerdì 19 marzo – c’è stata una riunione necessaria per l’organizzazione delle attività da avviare. Già programmate le prime due somministrazioni su altrettanti pazienti i quali, però, non sono risultati compatibili.

Come funzionano gli anticorpi monoclonali

Gli anticorpi monoclonali sono somministrabili a pazienti Covid di almeno 12 anni, non ospedalizzati e non in ossigenoterapia. È, inoltre, necessario che i pazienti in questione abbiano sintomi moderati di recente insorgenza.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button