Cronaca

Scambiarono braccianti marocchini per ladri e li spararono: condannati due imprenditori di Eboli

EBOLI. Scambiarono braccianti marocchini per ladri e li spararono: condannati due imprenditori di Eboli per tentata violenza privata. Le pene variano tra i 13 e i 12 mesi di reclusione. In origine l’imputazione era di tentato omicidio perché, la notte del tentato furto nel deposito della loro impresa edile di Corno d’Oro, inseguirono i tre stranieri (padre e due figli) in macchina e spararono alcuni colpi di pistola all’indirizzo dei pneumatici.

Quella notte del 12 luglio di due anni fa, i due fratelli, imprenditori edili (difesi dall’avvocato Fausto Vecchio ), sentirono che l’allarme dell’azienda si azionò intorno alle 4 del mattino. Subito saltarono fuori e videro due individui che tentavano di scavalcare il cancello di ingresso e darsi alla fuga.

Scambiarono braccianti marocchini per ladri e li spararono: condannati due imprenditori di Eboli

I ladri fuggirono a bordo di una Pegeout 306 station wagon di colore grigio, lo stesso modello della famigliola marocchina che, mezz’ora dopo, imboccò via Bardascine, in direzione di via Noschese di Battipaglia dove ha sede l’azienda agricola per la quale lavoravano.

Durante il tragitto furono raggiunti da un’auto, un modello Mercedes, che lampeggiava e suonava in clacson con insistenza per farli fermare. I marocchini raccontarono ai carabinieri della compagnia di Battipaglia, guidati dal maggiore Erich Fasolino , che non si fermarono. Anzi, accelerarono quando sentirono l’esplosione di alcuni colpi di pistola.


fonte la città

Articoli correlati

Back to top button