Sceneggiata in Campania, entra in un negozio e comincia ad urlare: «Vestito fatto in Cina»

È entrata nel negozio del centro commerciale di Caserta, ed ha cominciato ad urlare: «Mi avete venduto un vestito cinese».

È entrata nel negozio del centro commerciale di Caserta, ed ha cominciato ad urlare: «Mi avete venduto un vestito cinese», la donna si è infervorata presto ed ha continuato la scenata dinanzi a tutti, minacciando la commessa e la vigilanza: «Non mi toccare, ti rompo la testa», ha urlato in dialetto la cliente.

Le minacce

Come racconta IlGiornale, la cliente, tra urla e minacce varie, ad un tratto è svenuta, dicendo di sentirsi male. La manager dell’azienda Silvian Heach ha dichiarato: «Produciamo 6 milioni di capi al mondo. La signora è arrivata in negozio molto agitata, e lanciano abiti, un atteggiamento sbagliato. Abbiamo tentato di calmarla ma è andata via senza lasciare i suoi contatti. Confermiamo la nostra disponibilità e siamo pronti a fornire il supporto necessario.

Il video

#Caserta, sceneggiata in negozio: «Vestito fatto in Cina».Il video diventato #virale

Pubblicato da L'Occhio di Salerno su Giovedì 25 gennaio 2018

 

 

TAG