Cronaca

Scia di schiuma lunga chilometri, ultima domenica di mare rovinata in Cilento

Ultimo giorno di mare, lunga scia di schiuma da Caprioli a Palinuro. Rovinata l'ultima domenica d'estate per turisti e residenti

Una lunga scia di schiuma da Caprioli a Palinuro ha rovinato l’ultima domenica d’estate in Cilento. Turisti e residenti della frazione di Pisciotta hanno dovuto fare i conti con l’acqua sporca nella giornata di ieri, domenica 19 settembre, quando una una lunga chiazza di schiuma galleggiante ha invaso l’intero tratto costiero che dalla Baia del Silenzio arriva all’Anireip in località Gabella come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Ultimo giorno di mare, lunga scia di schiuma da Caprioli a Palinuro

Alla Capitaneria di Porto di Palinuro sono giunte decine di segnalazioni. I militari hanno spiegato: “È pressoché impossibile intercettare imbarcazioni di medie e grandi dimensioni che possano aver scaricato a mare reflui fenomeno. I controlli sulle acque sono costanti, svolti dall’Arpac a cadenza settimanale e su questo tratto di costa danno sempre risultati ottimi. Riteniamo che si tratti di una schiuma generata da un’alga le cui radici vengono strappate durante le mareggiate e che poi danno luogo per un fenomeno biologico naturale a questo tipo con la produzione di schiumetta che con le correnti si accumula soprattutto in alcune baie. È già capitato e l’Arpac non ha registrato fenomeni di inquinamento”.

Articoli correlati

Back to top button