Cronaca

Scommesse illegali, 18 a processo nel Salernitano: ecco il sistema scoperto

Scommesse illegali e riciclaggio, in 18 a processo nel Salernitano. Gli indagati sono accusati anche di associazione a delinquere

In 18 a processo per un giro di scommesse illegali riciclaggio di denaro nei paradisi fiscali. La Dda Salerno ha ottenuto il processo al termine di una inchiesta che vedeva coinvolte 72 persone ed era incentrata su un business di miliardi, con ramificazioni anche all’estero, di scommesse illegali come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Scommesse illegali e riciclaggio, in 18 a processo nel Salernitano

Gli indagati sono accusati anche di associazione a delinquere. L’inchiesta è incentrata su una holding del gaming on line associata alla rete dbgpoker, non autorizzata nel nostro Paese. In particolar modo, i giochi erano accessibili tramite slot machine e totem installati nelle località del meridione, dove era ritenuta più forte la pressione della criminalità organizzata.

In particolar modo, il business era basato su una piattaforma informatica fondata nel 2000 da un imputato. I server, invece, erano coordinati da Mercato San Severino ed erano dislocati nei paradisi fiscali, ad esempio Panama e l’isola di Curacao. La Dda collocò al vertice dell’associazione un uomo ritenuto vicino ad una ndrina in Calabria, al pari di altri che avevano il compito di consentire giochi e scommesse illecite sulla piattaforma, diffondendo le stesse e acquisendo poi i proventi illeciti mediante raccolta fisica del denaro contante scommesso dai partecipanti.

Articoli correlati

Back to top button