Prima sconfitta stagionale per la Salernitana, piegata da una rete di Sansone al "Piola"

Una brutta Salernitana viene piegata dalla rete di Sansone (decisiva la deviazione del fantasista azzurro sulla conclusione di Faragò). I granata hanno mostrato un netto passo indietro rispetto alle prestazioni convincenti contro La Spezia e Verona. Abulici in attacco, distratti in difesa, il Novara ha meritato il primo successo stagionale. Prima sconfitta, quindi, per gli uomini di Sannino che il prossimo venerdì ospiteranno il Vicenza.

PREVIEW – Sannino conferma il toto l’undici titolare anti-Verona. 3-5-2, quindi, per la compagine granata con Terracciano tra i pali, pacchetto difensivo composto da Mantovani, Schiavi e Bernardini. Il centrocampo è formato da Laverone e Vitale sulle fasce, con Rosina, Odjer e Busellato in mezzo. In avanti spazio ai soliti Coda e Donnarumma. Un solo cambio, invece, per Boscaglia che applica il consueto 4-2-3-1. Dentro Calderoni al posto di Armeno sulla corsia mancina di difesa. In avanti, alle spalle dell’unica punta Galabinov, agiranno Farago, Sansone e Corazza. Arbitra il signor Pezzuto di Lecce.

PRIMO TEMPO – Pronti, via e al primo affondo passa il Novara. Scontro aereo tra Schiavi e Galabinov, la retroguardia granata chiede il fallo ma l’arbitro fa proseguire. L’attaccante bulgaro crossa in mezzo dove Faragò, lasciato solo dal reparto difensivo ospite, ha il tempo di caricare il destro e di battere un non preciso Terracciano in uscita. Al sesto minuto, quindi, gli azzurri trovano la via del vantaggio. Poco dopo vengono ammoniti Bernardini e Sansone per reciproche scorrettezze. Molto nervoso il fantasista dei padroni di casa, già a colloquio con l’arbitro dopo pochi minuti. Terracciano salva tutto su Sansone al ventesimo. L’uscita bassa del portiere campano è precisa ed evita, difatti, il 2-0. Ancora un pericolo per la retroguardia granata: sempre Sansone sfiora il raddoppio con un pallonetto di testa. Alla mezzora sospensione di un paio di minuti per permettere alle due squadre di rifiatare, la sfida, infatti, si sta disputando ad alti ritmi. Gialli anche per Busellato (reo di aver colpito con una gomitata Galabinov) e Vitale (per proteste). Ancora Novara pericoloso. Prima con Faragò (tiro alto sopra la traversa), poi con Dickmann che chiude il triangolo con Casarini e trova una grande risposta di Terracciano che toglie il tiro del terzino destro indirizzato all’incrocio. Infine, Viola, sugli sviluppi di un corner, sparacchia fuori da buona posizione. Dopo tre minuti di recupero ed un sospetto contatto in area piemontese tra Coda e Scognamiglio, l’arbitro decreta la fine del primo tempo. Opaca prestazione dei granata, vantaggio meritato per i padroni di casa.

SECONDO TEMPO – Ripartiti con gli stessi ventidue in campo. Dopo sette minuti quarto ammonito per la Salernitana. Raffaele Schiavi trattiene Sansone e si guadagna il giallo. Sulla punizione susseguente nulla da segnalare. Primo cambio per la compagine granata. Esce uno spento Donnarumma, entra Caccavallo che offre subito una grande spizzicata per Coda che non ci arriva per centimetri. Salernitana più viva ma rischia di soccombere subito. Galabinov grazia gli ospiti spedendo la palla sul palo a tu per tu con Terracciano. Errata valutazione del fuorigioco da parte di Schiavi che parte con un pizzico di ritardo consentendo al bulgaro di sfiorare il raddoppio. Esordio stagionale con la maglia del Novara per Kupisz che rileva Corazza. Secondo timeout, dopo quello del primo tempo, al venticinquesimo della ripresa. Secondo cambio per la truppa di Sannino. Dentro Della Rocca, fuori l’ammonito Schiavi. Cambio modulo per la Salernitana che dal 3-5-2 passa al 4-3-1-2 con centrocampo formato da Odjer, Della Rocca e Busellato. Rosina avanza sulla linea degli attaccanti, posizionandosi alle spalle di Coda e Caccavallo. L’ex Bari guadagna una grande punizione dalla distanza che batte sfiorando il pareggio. Grande parata di Da Costa che smanaccia la sfera indirizzata all’incrocio in angolo. Cambia anche Boscaglia che si copre con il 4-3-3. Dentro un calciatore di interdizione come Selasi al posto di Sansone. Quinto ammonito per la Salernitana a dieci minuti dal termine del match. L’ex Vicenza si becca il giallo per simulazione su un contatto in area. Ultimo cambio per la formazione ospite. Out proprio il terzino destro, dentro un altro attaccante, Joao Silva. Granata a trazione anteriore, ridisegnati con il 3-4-1-2. Vitale scala in difesa, Busellato e Caccavallo gli esterni di centrocampo con Rosina tra le linee, alle spalle delle punte Coda e del neo-entrato. Nei sei minuti di recupero non accade praticamente nulla, a parte il cambio di Galabinov per Badje. Salernitana deludente, un netto passo indietro rispetto alle prestazioni convincenti di La Spezia e contro il Verona.

NOVARA-SALERNITANA 1-0
Marcatore: 7′ Sansone

Novara (4-2-3-1): Da Costa; Dickmann, Troest, Scognamiglio, Calderoni; Viola, Casarini; Faragò, Sansone (77′ Selasi), Corazza (69′ Kupisz); Galabinov (92′ Bajde)
.In panchina: Pacini, Di Mariano, Beye, Armeno, Adorjan, Koch. Allenatore: Roberto Boscaglia

Salernitana (3-5-2): Terracciano; Mantovani, Schiavi (74′ Della Rocca), Bernardini; Laverone (85′ Joao Silva), Busellato, Rosina, Odjer, Vitale; Coda, Donnarumma (56′ Caccavallo).In panchina: Iliadis, Franco, Ronaldo, Tuia, Improta, Zito. Allenatore: Giuseppe Sannino

Arbitro: Pezzuto di Lecce

Ammoniti: Sansone, Calderoni, Casarini (N); Bernardini, Busellato, Vitale, Schiavi, Laverone (S)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto