Cronaca

Scontri tra tifosi di Paganese e Casertana, Questore parla di strage evitata

Una “strage evitata” negli scontri tra tifosi di Paganese e Casertana. Una violenza inaudita quella scoppiata nel pomeriggio di domenica 22 gennaio e che ha portato a nove arresti da parte della Polizia di Stato e dai carabinieri nelle scorse ore.

Scontri tra tifosi di Paganese e Casertana, strage evitata a Pagani

Gli scontri sono scoppiato lungo il percorso che conduce allo stadio comunale ‘Marcello Torre‘ di Pagani, nel Salernitano, quando è stato dato alle fiamme anche un autobus che trasportava una cinquantina di supporter della squadra ospite.

Alcuni dei tifosi arrestati erano stati, in passato, colpiti da provvedimenti di Daspo. “Si è evitata la strage – rileva il questore di Salerno, Giancarlo Conticchio, incontrando la stampa – perché, se malauguratamente le portelle dell’autobus non si fossero aperte, avremmo rischiato un rogo di tante persone”.

Al lavoro c’è anche la squadra Tifoserie della Digos e “stiamo valutando l’appartenenza” dei tifosi, “ma – aggiunge – al di là di essere ‘cani sciolti’ o essere parte di una organizzazione di tifosi, la faccenda eè inaudita che ha messo a repentaglio la vita di 50-55 tifosi di altra squadra che erano nel pullman“. Ad ogni modo, per il questore, si tratta di “violenti” perché “lo sport non è questo, lo sport è socialità, è convivenza. Non hanno dimostrato di saper convivere con altri”.

Redazione L'Occhio di Salerno

Redazione L'Occhio di Salerno: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Back to top button