Scontri tra ultras della Nocerina e del Foggia: 24 a rischio processo

scontri-ultras-nocerina-foggia

Scontri tra ultras della Nocerina e del Foggia. La Procura di Nocera ha chiuso la maxi indagine su quanto accaduto lo scorso 15 settembre

Scontri tra ultras della Nocerina e del Foggia, con in mezzo le forze dell’ordine. La Procura di Nocera ha chiuso la maxi indagine
su quanto accaduto lo scorso 15 settembre, all’esterno dello stadio della città di Nocera. Sono 24 le persone indagate, per la maggior parte tifosi pugliesi, che rischiano il processo per devastazione, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento aggravato, per aver agito con armi e oggetti atti ad offendere.

Nocera, ultras del Foggia nei guai per gli scontri tra tifosi

Per molti tifosi del Foggia, vi è anche l’accusa di aver violato l’articolo 2 della legge Mancino, avendo introdotto e ostentato durante la partita di calcio e gli stessi scontri, all’esterno dello stadio e anche a Nocera Superiore, nel momento di tornare a casa, simboli delle «SS» della Germania nazista.

Quattro agenti di polizia restarono feriti, a causa di una bomba carta lanciata all’interno di una volante di servizio. Uno di
questi, riportò un trauma cranico.

Le accuse

I tifosi pugliesi – secondo le accuse – nel tentare di venire allo scontro con quelli della Nocerina, avevano anche danneggiato diverse auto in sosta. Questo prima del match, all’esterno dello stadio San Francesco.

TAG