Cronaca

Allarme maltempo, il Sele rompe gli argini: necessarie evacuazioni

Allarme maltempo in tutto il territorio della Campania ma soprattutto nel Salernitano a causa di disagi, frane ed evacuazioni dovuti alle piogge cadute nelle ultime 36 ore: anche il Sele avrebbe rotto gli argini nella giornata di ieri, 18 gennaio. Lo riporta il Mattino.

Maltempo, il Sele ha rotto gli argini: necessarie le evacuazioni

Nella giornata di ieri il livello del fiume Sele a Capaccio Paestum ha iniziato a preoccupare. Aveva superato gli otto metri e per questo si è resa necessario l’eacuazione di una struttura ricettiva e una scuola dell’infanzia. Alcuni poderi sono stati sommersi dal fango e detriti, non risparmando neppure alcune abitazioni. Sul posto sono intervenuti i vigili urbani, i vigili del fuoco, la protezione civile e i carabinieri.

Il Comune di Eboli: “Il fiume Sele rotto gli argini in alcuni punti, i cittadini devono allontanarsi e ad usare la massima cautela. La protezione civile e la polizia Municipale stanno monitorando la situazione e intervenendo a soccorrere chi si trovasse in pericolo”. Inoltre altri disagi sono stati riscontrati anche lungo la costa cilentana: il lido Azzurra a Marina di Casal Velino è stato trascinato a largo dalla violenta mareggiata, danneggiandone la struttura. Diverse le frane che hanno interessato il Salernitano.

Gli sfollati

Diversi cittadini nel Vallo di Diano la notte scorsa hanno dovuto trovare riparo negli alberghi poiché evacuati dalle abitazioni. A Polla una famiglia è stata evacuata. Altre famiglie hanno trovato ospitalità da parenti e amici. Anche a Sassano diverse famiglie sono state evacuate, ospitate in alberghi.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button