CronacaSenza categoria

Selezione e valorizzazione dei rifiuti, ecco il nuovo impianto a Polla

L’azienda Sviluppo Risorse Ambientali s.r.l. apre le porte alla cittadinanza per mostrare e presentare il nuovo impianto di selezione e valorizzazione dei rifiuti.

L’appuntamento è per sabato 24 giugno, alle ore 10, presso la sede dell’azienda in via Ritorto (zona industriale, località Sant’Antuono) di Polla.


Il nuovo impianto

 

Il nuovo impianto di selezione e valorizzazione dei rifiuti è dotato di una vasca di accumulo con aprisacchi che effettua la rottura delle buste. Il materiale confluisce in un vaglio rotante che, a sua volta, scarica in un secondo vaglio balistico che serve ad omogeneizzare e spandere il materiale su tutta la linea.

Il materiale passa dapprima in un selettore ottico che divide la plastica dagli altri prodotti, successivamente confluisce su un secondo selettore ottico che separa le bottiglie dal Plasmix. Successivamente, il materiale scarica in un terzo selettore che separa le bottiglie per colore e in un quarto selettore che ottimizza la precedente separazione.

In ultima fase, il materiale ancora non selezionato confluisce in un quinto selettore che intercetta il film piccolo e il film di maggiore dimensione. Il materiale non selezionato che viene denominato “sottoprodotto Plasmix” finisce direttamente in un impianto di compattazione per essere inviato a recupero energetico”.

Questo impianto, quasi totalmente automatizzato, consentirà di aumentare il recupero e di valorizzare i prodotti e i sottoprodotti, permettendo all’azienda Sviluppo Risorse Ambientali s.r.l. di posizionarsi in una ampia fetta di mercato, e a Corepla (Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio ed il Recupero degli Imballaggi in Plastica) di aumentare ancor di più il riciclo e relativa ricollocazione dei materiali sul mercato.


Sviluppo Risorse Ambientali s.r.l.

 

L’azienda Sviluppo Risorse Ambientali s.r.l. nasce nel 2008, acquisendo man mano negli anni una considerevole fetta di mercato, soprattutto in Campania e in Basilicata, offrendo ai Comuni, grazie al proprio impianto di selezione ed ai rifiuti recuperati e reimmessi nel mercato, un tornaconto economico in termini di efficientizzazione ed economicità del servizio.

L’azienda svolge anche i servizi di trasporto e di intermediazione, grazie alla molteplicità dei rifiuti trattati. Dal mese di gennaio, modernizzando ed automatizzando gli impianti, conformandoli agli standard richiesti da Corepla, l’azienda è diventa anche un C.S.S. (Centro di selezione specializzato), precisamente il quinto in Campania.


La filiera di recupero presso Sviluppo Risorse Ambientali s.r.l.

Corepla assicura la selezione di tutta la raccolta differenziata conferita direttamente sfusa o previa una fase di compattazione/prepulizia dai Comuni e dagli altri soggetti convenzionati. Questa fase cruciale per il successivo riciclo avviene presso una rete di impianti sparsi su tutto il territorio nazionale, i cosiddetti Centri di Selezione Corepla (C.S.S.), di cui anche Sviluppo Risorse Ambientali s.r.l. fa parte a pieno titolo.

A fronte di un corrispettivo erogato da Corepla, Sviluppo Risorse Ambientali s.r.l. effettua la separazione per polimero e colore dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata, che vengono così ripuliti dalle frazioni estranee.


I prodotti ottenuti:

  • bottiglie in PET (acque minerali, bibite, ecc.) incolori

  • bottiglie in PET azzurrate

  • bottiglie in PET altre colorazioni

  • flaconi in polietilene ad alta densità-HDPE (detersivi, saponi, ecc.)

  • film in polietilene (sacchetti, confezioni di bottiglie, imballi di elettrodomestici, ecc.)

  • cassette per ortofrutta (la cui raccolta peraltro non è gestite da COREPLA)

  • imballaggi misti (prevalentemente rigidi e flessibili in polietilene o polipropilene).

  • Imballaggi misti di polipropilene (SELE IPP/C)

  • Imballaggi flessibili di plastica (SELE FIL/S)


I sottoprodotti ottenuti:

  • Plasmix (mix di plastiche che vanno a recupero energetico presso Impianto che producono C.D.R.)

  • Plasmix fine (mix di plastiche di piccola pezzatura che vanno a recupero energetico presso Impianto che producono C.D.R.)

Tutto ciò che non e imballaggio, denominato sottoprodotto Plasmix viene comunque recuperato e inviato a recupero energetico, dapprima presso Impianti che producono C.D.R. e successivamente, da questi ultimi, presso Cementifici o Termovalorizzatori di ultima generazione che utilizzano il prodotto come combustibile.

Il tutto sempre tramite la Filiera gestita da Corepla. La mission di Sviluppo Risorse Ambientali s.r.l. è garantire un alto grado di recupero dei prodotti, alzando notevolmente il valore della raccolta differenziata. I rifiuti, grazie al moderno impianto a basso impatto ambientale, vengono recuperati e successivamente, mediante altri trattamenti, immessi nuovamente nel ciclo di consumo.


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button