Sentinelle In Piedi a Salerno: in 150 per dire “no” alle unioni di fatto

Anche a Salerno sono scese in corso Vittorio Emanuele, le Sentinelle In Piedi.

SALERNO. Mentre venivano approvate le unioni di fatto da parte del popolo irlandese (di profonda fede cattolica), ieri in Italia scendevano in 100 piazze le Sentinelle In Piedi.

“In piedi, non ci pieghiamo. In silenzio, affermiamo che non c’è legge che possa zittire le coscienze”.

Questo lo slogan sui volantini che invitano a protestare contro le unioni di fatto, le famiglie arcobaleno, le maternità surrogate e contro il riconoscimento dei reati legati all’omofobia.

Ieri sera, alle 20.00, 150 persone sono scese in corso Vittorio Emanuele fermandosi e leggendo per un’ora libri e pensieri contro i matrimoni fra persone dello stesso sesso; testi contro le adozioni da parte di coppie omosessuali e sugli uteri in affitto.

In 150 per ribellarsi alla società che starebbe eliminando le differenze fra uomo e donna.

Non sono mancate le polemiche e gli insulti da parte dei tanti che hanno incontrato il silenzioso corteo immobile sul Corso.

TAG