Cronaca

Polla, Noe sequestra fabbrica di alluminio: smaltivano rifiuti tossici anche nel Tanagro

Sequestrata fabbrica di alluminio a Polla per smaltimento illecito di rifiuti speciali pericolosi costituiti da miscele e solventi

Una fabbrica di alluminio è stata sequestrata Polla. Blitz dei carabinieri del Noe di Salerno che hanno effettuato un sequestro preventivo di tutti gli impianti emananti emissioni in atmosfera di un opificio in Contrada Sant’Antuono presso l’area ASI di Polla.

Polla, sequestrata fabbrica di alluminio dai carabinieri del Noe

L’area, di circa 10mila metri quadrati, operava nel settore della produzione di profilati in alluminio, dal trattamento dell’alluminio grezzo, alla successiva verniciatura e finitura dal 2015. Il legale rappresentante della società dovrà rispondere del reato di attività illecita relativa alla gestione dei rifiuti per lo smaltimento illegale di circa 8 tonnellate di rifiuti speciali pericolosi costituiti da miscele e solventi. È anche accusato di aver illecitamente scaricato i reflui industriali provenienti dal processo di lavorazione in un affluente del fiume Tanagro.

 

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto