Castellabate, sequestro dei depuratori: arrivano le rassicurazioni del sindaco

Sequestro dei depuratori di Castellabate, la precisazione del Comune che rassicura i cittadini circa la salvaguardia dell'ambiente

In merito alla notizia del sequestro dei depuratori il Comune di Castellabate precisa che si fornirà massima collaborazione attraverso tutti i chiarimenti necessari e che tratta di fatti circoscritti risalenti agli anni 2016 – 2017, fra l’altro anno in cui è stata realizzata, in sinergia con il comune di Montecorice, la condotta sottomarina che ha risolto l’annoso problema che riguardava la baia di Ogliastro Marina.

Sequestro depuratori Castellabate, la precisazione

Si precisa che, oltre ai dati forniti dall’ente gestore Consac, che effettua le analisi di routine all’impianto, in questi giorni sono state effettuate ulteriori analisi straordinarie da parte dell’Arpac, dati che il Comune si riserva di rendere disponibili appena pronti.

Le prole del sindaco

Il Sindaco Costabile Spinelli in merito all’accaduto precisa: “Sottolineo che allo stato attuale la situazione è sotto controllo. I rilievi che ci vengono mossi riguardano criticità alle quali abbiamo già ampiamente adempiuto. Forniremo tutte le delucidazioni utili e questo ci darà la possibilità di chiarire il grande lavoro svolto per il costantemente miglioramento degli impianti di depurazione nel nostro Comune, da sempre in prima linea per la salvaguardia dell’ambiente e per la tutela delle acque di balneazione, definite “eccellenti” dai recenti controlli certificati e resi pubblici da parte di Arpac”.

TAG