Eboli, sequestrato impianto di compostaggio: miasmi spariti

Dopo il sequestro dell'impianto di compostaggio di Eboli, dall'impianto ieri mattina non si sollevava più l'odore nauseabondo

Dopo il sequestro dell’impianto di compostaggio di Eboli, dall’impianto ieri mattina non si sollevava più l’odore nauseabondo che per anni ha avvelenato la Piana del Sele. I cittadini possono dire addio ai miasmi.

Sequestro dell’impianto di compostaggio di Eboli

I cittadini della Piana del Sele sono pienamente soddisfatti dopo il sequestro preventivo dell’impianto di compostaggio ebolitano. I miasmi che hanno ossessionato la Piana del Sele sono finalmente spariti.

«Stamattina ho voluto fare un giro nella zona industriale fra Eboli e Battipaglia per verificare la situazione – scrive Aurelio Abate, fra i membri del comitato Battipaglia dice NO – Percorrendo viale Francia ho notato una notevole diminuzione della puzza, ancora presente però davanti ai cancelli del sito di Eboli e per circa 300 metri direzione Eboli. L‘intensità era molto minore rispetto a prima».

«Nessuna puzza nei pressi degli altri impianti di trattamento rifiuti. Il sansificio non era in lavorazione ma nessun avviso era affisso a decretarne – prosegue – nelle scuole Penna e Ferrari nessun miasma. Non so il futuro cosa riserverà a Battipaglia, ma la situazione stamattina era questa. Restiamo vigili, tutti a pretendere di vivere bene».

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG