Cronaca

Una montagna di letame in un terreno abbandonato: blitz dei carabinieri nel Salernitano

Discarica di letame a cielo aperto scoperta dai carabinieri a Serre. Mancava documentazione attestante la corretta gestione dei rifiuti

Una vera e propria discarica di letame a cielo aperto scoperta a Serre. I militari della Stazione di Acerno durante un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione di condotte in danno all’ambiente, hanno effettuato un controllo in località “Serre” del comune di Olevano sul Tusciano.

Serre, discarica di letame a cielo aperto scoperta dai carabinieri

Nei pressi di un terreno incolto, l’attenzione della pattuglia è stata attirata da un forte odore di letame e dal rumore di un trattore nelle vicinanze. All’atto dell’accesso i militari hanno riscontrato che effettivamente un trattore munito di carrello sollevatore stava effettuando uno sversamento di letame in maniera incontrollata, sul suolo nudo e senza alcun tipo di copertura.


Serre, discarica di letame a cielo aperto scoperta dai carabinieri


Essendo esposti alle intemperie, i cumuli costituivano un serio pericolo di infiltrazione nel suolo e nel sottosuolo. E in effetti alcuni cumuli avevano già iniziato a formare delle pozze di liquido scuro con percolato che aveva iniziato a formarsi. Inoltre nelle vicinanze erano presenti anche cumuli di letame secco, verosimilmente scaricato nei mesi precedenti.

Niente documentazione

Nel corso del controllo è risultata l’assenza di documentazione attestante la corretta gestione dei rifiuti e della loro tracciabilità. Alla luce di quanto emerso nel corso del controllo e data l’alta pericolosità per l’ambiente dei rifiuti rinvenuti, si è provveduto a porre sotto sequestro l’area interessata per una superficie di circa 2500 mq. Denunciati all’autorità giudiziaria sia il proprietario del terreno che l’esecutore materiale della condotta illecita.

Articoli correlati

Back to top button