Servizi sociali nel Vallo di Diano: niente stipendi. Il monito della Uil

SALA COSILINA. La Uil Fpl è intervenuta a difesa dei lavoratori delle cooperative sociali affidatarie che svolgono i servizi sociali per conto del Piano di Zona S10 del Vallo di Diano (l’ex Piano S4).
L’appello è a tutti i sindaci dei Comuni del Vallo perché si attivino affinché questi lavoratori vengano pagati. Infatti, il Piano di Zona versa in cattive acque a causa della sempre minore entità dei fondi che lo stato gli affida: quest’anno sono meno di 500mila euro con un meno 1,5 milioni di euro rispetto a due anni fa. Ma è anche vero che i Comuni sono restii nel pagamento dei debiti che hanno contratto per i servizi ricevuti sul territorio. Insomma, i primi ad usufruire dei servigi dei lavoratori delle cooperative e a non pagare sarebbero proprio i Comuni.

Articoli correlati

Back to top button