Sesso anale con la ex, assolto calciatore

Non c'è nessuna prova che la donna si sia rifiutata di fare sesso anale con il fidanzato

VIETRI SUL MARE. Fa sesso anale con la fidanzata, lei lo denuncia e lui viene condannato.

Arriva ora l’assoluzione dalla Corte d’Appello di Salerno per il calciatore che nel 2007 era stato denunciato per una presunta violenza sessuale nei confronti della sua ex fidanzata all’Hotel Baia.

I due si erano lasciati da poco, lui calciatore lei infermiera del 118. Sii sono ritrovati per un chiarimento a cena in albergo della zona, si sono ritrovati in una camera. Lì sarebbe successo il fattaccio: la donna ha dichiarato di aver fatto sesso “non ortodosso” e di essere stata costretta contro la sua volontà. Dopo aver consumato ha pagato il conto facendosi rilasciare fattura, per poter avere così la prova di esser stata nell’albergo. Ha così potuto denunciare l’uomo per presunta violenza sessuale.

Il Tribunale lo aveva condannato a tre anni e tre mesi. Gli avvocati difensori, Felice Lentini e Giovanni Torre, hanno poi dimostrato in Corte d’Appello che non vi era nessuna prova del rifiuto da parte della donna.

(Fonte: positanonews)

TAG