Cronaca

Sgarbi alla stazione Marittima: «Bella ma inutile»

SALERNO. «Bella ma inutile» così Vittorio Sgarbi ha definito la stazione Marittima progettata dall’architetto iraniana Zaha Hadid. E proprio sull’architetto, Sgarbi affonda: «L’architetta, mia storica nemica, ha fatto a Roma un mausoleo e qui una stazione marittima che è un museo».

Sgarbi, con il suo solito modo di fare, ha mescolato ironia, provocazione e conoscenza, intrattenendo il pubblico salernitano. «Sembra un attore americano in vacanza in Italia. Invece è il sindaco Napoli, il cui nome già crea un equivoco. Io, invece, sono il naturale sindaco di Salerno – scherza Sgarbi – ed il padre spirituale del figlio De Luca».

«Mussolini prima di De Luca aveva fatto l’Eur. De Luca non poteva fare meno dell’Eur, essendo un uomo di destra antica. Ecco spiegato il Crescent» prosegue Sgarbi che infine si sofferma sull’opera di Zaha Hadid: «Stiamo occupando lo spazio di una architetta che ho combattuto con molta violenza quando ero al governo, per il Maxxi. Che trovo di rara bruttezza: più che un museo sembra un mausoleo. Zaha Hadid – dice – si è costruita una macchina per la propria eternità. Non è stata criticata perché è oggettivamente bella. Peccato – sottolinea – che sia completamente inutile».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button